Raspberry Pi Zero W: 11 euro per la nuova mini-board

A un anno e mezzo dall’uscita della prima versione, arriva Raspberry Pi Zero W con connettività Bluetooth e Wi-Fi. E costa solo 11 euro.

Sono passati ormai cinque anni dall’annuncio del primo Raspberry Pi, la board super economica di Raspberry Foundation per allestire sistemi di qualsiasi tipo (IoT, set-top-box multimediali, impianti di sorveglianza, console retrogaming) che tanto successo ha riscosso tra gli appassionati del fai da te informatico.

Per festeggiare questo anniversario, è stata annunciata nelle scorse ore la disponibilità di Raspberry Pi Zero W, una nuova versione ancora più economica (10 dollari-11 euro) che rispetto al Raspberry Pi Zero di fine 2015 aggiunge connettività Wi-Fi n e Bluetooth 4.0 grazie al chip MCB43143. Una scheda dalle dimensioni davvero micro (65 x 30 x 5 mm per 9 grammi di peso) che è possibile acquistare già da ora presso questo distributore.

Raspberry Pi Zero W

La restante dotazione hardware del Raspberry Pi Zero W rimane la stessa della versione non wireless, ovvero processore Broadcom BCM2835 con core ARM 11 e frequenza di 1 GHz, 512 MB di memoria SDRAM LPDDR2, slot microSD, uscita video mini-HDMI, due connettori micro-USB e un connettore GPIO da 40 pin.

Se invece siete alla ricerca di qualcosa di più completo e potente, rimane sempre la soluzione del Raspberry Pi 3 Model B (circa 40 euro), l’ultima versione al momento disponibile della mini-board di terza generazione che monta una CPU quad-core ARMv8 a 1.2GHz a 64 bit, Wi-Fi n, Bluetooth 4.1, 1 GB di RAM, quattro porte USB, uscita video HDMI, Ethernet, slot microSD e jack audio da 3,5mm.