laptop dual-screen

Il noto investitore della Silicon Valley Marc Andreessen ha dichiarato in passato che “il software si mangerà il mondo” e bisogna ammettere che la previsione è stata rispettata appieno. Anche nel mondo dell’hardware però c’è nuovo fermento e l’ultima tendenza sembra riguardare soprattutto i display. I produttori di smartphone stanno facendo a gara per proporre device con solo schermo e zero cornici, mentre nel mercato informatico si sta cercando di capire come integrare due display in un unico laptop.

La ragione di ciò è ovvia. Mentre infatti le tastiere fisiche sono superiori per la digitazione rispetto a quelle software (e su questo non ci piove), gli schermi sono superiori per ogni altro tipo di interfaccia. Aggiungendo un secondo schermo, si trasforma la natura stessa di un laptop, con tutto ciò che ne consegue a livello di funzionalità, estetica e usabilità. Mentre gli odierni utenti di laptop aziendali odiano l’idea di rinunciare alle tastiere fisiche, alla fine scopriranno che è un piccolo prezzo da pagare per tutti i nuovi vantaggi che comporta un laptop dual-screen. Non ne siete convinti? Continuate a leggere.

Asus Project Precog

Se qualcuno avesse dei dubbi sulla tendenza del doppio schermo, li avrebbe cancellati subito dopo essere stato nei giorni scorsi all’annuale evento Computex di Taiwan. Qui Asus ha infatti presentato il suo concept laptop (compatto e sottilissimo) Project Precog, un dispositivo Windows 10 con due schermi touch 4K atteso sul mercato nel corso del prossimo anno. La demo di Asus si è incentrata soprattutto sull’applicazione dell’intelligenza artificiale (IA) per questo tipo di device. Una funzionalità hardware fisica viene sostituita da uno schermo perché lo schermo può utilizzare software di IA per passare da una modalità all’altra automaticamente e al volo.

Asus ha descritto in che modo il software può rendere i laptop dual screen così importanti e innovativi, con l’IA che ad esempio può cambiare sia ciò che è sullo schermo basandosi sui gesti della mano, sia l’orientamento del laptop. Ad esempio, nella normale modalità “laptop” una tastiera appare sullo schermo inferiore solo quando ci si mettono sopra le mani in preparazione della digitazione (Asus definisce questa feature come Intelligent Touch). Se invece vi avvicinate al secondo schermo con un pennino, si passa a una modalità di input adattivo.

Ed è proprio questo il più grande vantaggio nell’avere uno schermo al posto di una tastiera fisica. Durante la scrittura, il display diventa una tastiera, mentre se scrivete con un pennino lo schermo è un pezzo di “carta digitale”. Mentre ascoltate la musica, diventa un equalizzatore e durante la visione di qualsiasi video in streaming il secondo display può diventare una superficie su cui visualizzare i sottotitoli, informazioni contestuali o creare un’interazione social con altri utenti che guardano lo stesso video.

Lo schermo flessibile di Lenovo

Lenovo ha presentato al Computex un laptop simile al Project Precog di Asus: il Yoga Book 2. Proprio come quello di Asus, il dispositivo del produttore cinese avrà due display touch, una modalità penna e diverse modalità controllate dall’IA. Questi due progetti definiscono essenzialmente le linee generali di come sono destinati a essere utilizzati i laptop dual-screen. Funzioneranno in più modalità a seconda di come sono aperti, orientati e utilizzati e, molto probabilmente, sostituiranno i tablet.

Sono già diversi gli analisti che prevedono che già entro due anni ci saranno dozzine di laptop a doppio schermo sul modello dell’Asus Precog e e del Lenovo Yoga Book 2 e, proprio come questi due device, sfrutteranno l’intelligenza artificiale per trasformare l’interfaccia al volo. Lenovo ha inoltre fatto capire che i laptop dual-screen sono una sorta passaggio per i laptop del futuro con schermi flessibili. La compagnia ha citato a tal proposito uno Yoga Book 3 con un display singolo flessibile che copre entrambi i lati dello chassis. Quando si apre completamente il laptop, si ottiene un grande tablet a schermo singolo e senza interruzioni e senza cerniere a unire la parte dello schermo con quella della tastiera.

L’innovazione dual di Intel

laptop dual-screen

Al Computex Intel ha mostrato un prototipo di laptop a doppio display (ognuno da 7,9’’) con il nome in codice Tiger Rapids. Diversamente da quanto visto fino adesso però, uno schermo è un tradizionale display LCD a colori, mentre l’altro è un eInk monocromatico (che consuma molto meno di quello LCD) utilizzato principalmente come un foglio di carta digitale, una tastiera o entrambi. L’unità è piccola, sottile e leggera, con la cerniera che assomiglia un po’ a quella di un tipico taccuino di carta (ma anche molto simile a quella dell’attuale Yoga Book di Lenovo) e che consente al dispositivo di aprirsi completamente per l’utilizzo in modalità tablet.

Questo prototipo non diventerà però un prodotto fatto e finito, ma rimane un progetto di riferimento e un esempio per l’industria. Ed è una buona idea. Utilizzando infatti un display eInk, è possibile ridurre le dimensioni del dispositivo utilizzando una batteria più piccola. Il Tiger Rapids può inoltre ricordare il prototipo Courier di Microsoft di quasi un decennio fa, che fu poi abbandonato anche perché troppo in anticipo con i tempi (era il periodo del primo iPad).

Il doppio schermo secondo Dell… forse

Forse avete già sentito qualche rumor su un nuovo dispositivo Dell-Windows 10 a doppio schermo. Per ora si conoscono solo il nome in codice (Januess) e la presenza a bordo del SoC Snapdragon 850 di Qualcomm. Le voci su questo progetto sono apparse sul blog tedesco Winfuture.de e si basano sulla scoperta di alcuni vecchi documenti.

Dell però non ha mai annunciato Januss ed è possibile che il dispositivo non verrà mai realizzato. Ma se la voce è vera, significa che Dell si unirà a HP, Asus e Lenovo nello sviluppo di dispositivi Windows 10 che girano su chip ARM. La stessa Microsoft sta quasi certamente lavorando su un dispositivo ARM dual-screen.

Perché i laptop dual-screen sono inevitabili

Se amate il vostro laptop tradizionale, preparatevi a dirgli addio. I laptop a doppio schermo saranno infatti tablet migliori rispetto ai tablet, laptop migliori rispetto ai laptop e desktop migliori rispetto ai desktop. Saranno tablet migliori perché potranno funzionare esattamente come i tablet di oggi, con però il doppio dello spazio a disposizione sullo schermo.

Saranno laptop migliori perché lo schermo inferiore può diventare all’occorrenza una tastiera o un numero qualsiasi di altri dispositivi di input e non solo uno schermo. E saranno desktop migliori rispetto ai desktop perché, girando il laptop su un lato e aprendolo completamente, se si usano la tastiera e il mouse wireless avrete più spazio sullo schermo di quello che vi offre lo schermo medio di un desktop di oggi. Ma i laptop a doppio schermo saranno anche ebook reader e, in modalità tenda, offriranno uno schermo ciascuno a due persone sedute a un tavolo una di fronte all’altra. Insomma, i laptop dual-screen stanno arrivando e saranno molto meglio dei migliori laptop di oggi.

WHITEPAPER GRATUITI
  • Computerworld Speciale Industria 4.0
    white paper
    Computerworld Italia – Speciale Industria 4.0
    Un PDF da scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet e avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulla trasformazione in atto nel settore manifatturiero, da più parti definita "quarta rivoluzione industriale".
  • white paper
    Computerworld Italia – Speciale GDPR
    Un PDF da sfogliare online o scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet, per avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti su come le aziende devono affrontare l'arrivo del GDPR.
  • white paper
    Computerworld Italia – Speciale Data Center
    Un PDF da sfogliare o scaricare su pc o tablet per avere sotto mano le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulle principali tendenze dei Data Center: integrazione con il Cloud, approccio software-defined, ottimizzazione delle prestazioni energetiche e molto altro