La domanda di laptop economici è colata a picco nel Q3 2021

Secondo un nuovo report di Mercury Research, quello degli ultimi tre mesi è stato il peggior calo trimestre su trimestre mai registrato dai laptop economici.

laptop economici

La società di analisi Mercury Research ha affermato che le vendite dei notebook di fascia bassa (Chromebook compresi) sono crollate nel terzo trimestre dell’anno, portando alla peggiore flessione trimestrale nella storia del mercato delle CPU per PC.

Mercury ha affermato che si prevedeva un calo della domanda, dato che il mercato dei PC era stato in gran parte guidato dalla domanda di PC notebook di fascia bassa e Chromebook durante le prime fasi della pandemia. La crescita ha superato il 180% trimestre su trimestre dal quarto trimestre del 2020 al secondo trimestre del 2021. Ma il ritorno ai livelli pre-pandemia della domanda di PC di fascia bassa è avvenuto pressoché istantaneamente.

ADV
Siemens Industria 4.0

Industria 4.0: una guida per integrare funzione IT e reparti di produzione

Riuscire a far parlare tra loro sistemi e apparati dei mondi IT e OT è la chiave per sbloccare la trasformazione digitale nell’industria. Per farlo, è necessario cominciare a far parlare tra loro le persone di questi due domini di competenza. Scopri di più >

L’analista Dean McCarron ha invece precisato che il mercato di fascia media ha visto una crescita maggiore, con i processori Intel Core i5 e i processori AMD Ryzen 5 che hanno registrato i maggiori incrementi. Nel complesso, la quota di mercato di AMD nel mercato delle CPU per PC continua ad aumentare, raggiungendo poco meno del 25%.

Tutto ciò ha spinto il prezzo di vendita medio delle CPU molto più in alto, con il più alto incremento trimestre su trimestre da 23 anni a questa parte. McCarron e Mercury hanno anche confermato che il mercato dei PC non sembra essere frenato dalla fornitura di CPU, ma da limitazioni in altri componenti non specificati che vengono utilizzati per assemblare i PC.

Cosa significa questo sia per AMD che per Intel? Secondo McCarron, Intel aveva una presenza maggiore nella fascia bassa del mercato dei PC ed è stata maggiormente colpita dal calo del mercato dei PC di fascia bassa. AMD ha guadagnato invece quote di mercato nelle CPU mobili, raggiungendo un nuovo massimo con un market share del 22%.

Nei desktop, invece, Intel è riuscita a guadagnare una quota significativa rispetto a un anno fa, riprendendo parte della quota di mercato che aveva precedentemente perso con AMD. Le vendite di CPU per server hanno stabilito un record nel terzo trimestre. Anche AMD ha registrato un record nelle spedizioni e nelle entrate di CPU per server e ha aumentato la propria quota di mercato nel terzo trimestre, sebbene non abbia raggiunto una quota di mercato record.

Infine, Mercury ha precisato che i Mac M1 di Apple hanno contribuito in modo significativo al successo di ARM nel mercato dei PC, anche se i Chromebook basati su ARM sono diminuiti. I PC ARM rappresentano comunque circa l’8% del mercato dei PC, rispetto a meno del 2% di un anno fa.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!

AUTOREMark Hachman
FONTEPCworld.com
Mark Hachman
Senior Editor di PC World.com In qualità di Senior Editor dell'edizione americana di PCWorld, Mark scrive principalmente notizie e approfondimenti su Microsoft e le tecnologie dei microprocessori, oltre ad altri argomenti. In passato ha lavorato per PCMag, ExtremeTech, BYTE, Slashdot, eWEEK e ReadWrite. Pubblichiamo le traduzioni dei suoi articoli in virtù dell'accordo di licenza con le testate di IDG Communications. Lo trovate su Twitter come @markhachman