Il nuovo MacBook di Apple è leggerissimo e sottilissimo

I prezzi del nuovo MacBook, completamente riprogettato sotto ogni aspetto, partono da 1.499 euro.

Ieri Apple ha svelato un nuovo MacBook più leggero e sottile del suo diretto discendente (il MacBook Air), che vanta tra le altre cose un display retina da 12’’ con una risoluzione di 2304×1440 pixel.

È la prima volta dall’aprile dello scorso anno che Apple non aggiornava la sua linea di notebook ultraleggeri e la presentazione di ieri è avvenuta dopo mesi in cui già si parlava di un modello con display retina da 12’’ da affiancare al MacBook Air (o addirittura per rimpiazzarlo del tutto). Invece, per presentare al meglio il suo nuovo laptop, il colosso di Cupertino ha preferito eliminare l’etichetta Air, che ormai sa già quasi di polveroso e ammuffito.

Philip Schiller di Apple ha dichiarato nel corso della presentazione di ieri a San Francisco che si tratta del Mac più leggero e sottile di sempre; è il 24% più sottile del MacBook Air, tanto che il punto più alto è spesso solo 13,1 mm. “Questo non è il nuovo MacBook Air, ma va ben oltre l’Air”, ha dichiarato il capo analista di Jackdaw Research Jan Dawson“Apple continua a mantenere in catalogo i MacBook Air come fa con i vecchi iPhone, ma questo nuovo MacBook si può considerare come i nuovi iPhone 6 e 6 Plus e mi chiedo per quanto resisteranno ancora i MacBook Air”.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Anche secondo Carolina Milanesi, analista a capo del settore ricerca di Kantar WorldPanel Comtech, l’etichetta Air è destinata presto a scomparire, visto che oggi tutti i notebook devono comunque puntare alla massima portabilità e che ad Apple non conviene avere diverse gamme di Mac portatili.

Il nuovo MacBook rinuncia a tutte le connessioni classiche in favore di un unico connettore USB-C

Nel corso della presentazione Schiller si è soffermato anche su altri aspetti del nuovo MacBook completamente rirpogettato tra cui il nuovo design della tastiera e del trackpad, la nuova scheda logica (più piccola del 67% rispetto a quella del MacBook Air) e i processori Intel Core M della famiglia Broadwell con processo produttivo a 14 nanometri. Il nuovo MacBook rinuncia inoltre a tutte le connessioni classiche in favore di un unico connettore USB-C che integra alimentazione, USB, DisplayPort, HDMI ed ethernet; non mancano infine Wi-Fi 802.11ac e Bluetooth 4.0.

Per quanto riguarda l’autonomia, il nuovo MacBook, realizzato tra l’altro senza ventole e con una batteria a strati che occupa praticamente tutto lo spazio interno, promette 9 ore di navigazione web e 12 ore di riproduzione musicale tramite iTunes. Il peso è di soli 907 grammi, ovvero il 15% in meno del più leggero MacBook Air con schermo da 11’’ oggi in catalogo.

Apple inizierà a mettere in commercio il nuovo MacBook a partire dal 10 aprile, lo stesso giorno in cui si apriranno le prenotazioni per l’Apple Watch. I prezzi partiranno da 1.499 euro per la configurazione base con processore dual-core da 1.1 GHz, 8 GB di RAM e memoria flash da 256 GB. Si passa invece a 1.829 euro per il modello con processore da 1.2 GHz e 512 GB di memoria flash. Le colorazioni saranno invece tre: Oro, Argento e Grigio siderale.