Intel ha annunciato oggi un’ampia gamma di nuove unità SSD NAND 3D per rispondere alle esigenze di consumatori, aziende, Internet delle cose (IoT) e applicazioni per data center. “Questa vasta gamma di nuove unità SSD NAND 3D amplia la portata delle soluzioni PCIe e offre un sostituto accessibile per le unità disco fisso tradizionali, consentendo ai clienti di accelerare le esperienze utente, migliorare le prestazioni di app e servizi e ridurre i costi dell’IT” ha affermato Bill Leszinske, Vice President e Director of Strategic Planning, Marketing and Business Development del NSG di Intel.

Gli SSD Intel serie 600p, disponibili nei tagli da 128, 256, 512 e 1024 GB, sono progettati per il mercato dei client consumer e il loro impiego è previsto in PC desktop e notebook. Le unità SSD serie 600p estendono le prestazioni PCIe su livelli di prezzi mainstream e offrono al contempo prestazioni elevate che superano di gran lunga quelle dei dischi fissi tradizionali. Impiegano un’interfaccia PCIe Gen3x4, NVMe per offrire prestazioni 17 volte superiori a quelle degli HDD e fino a 3 volte superiori a quelle delle unità SSD SATA.

Gli SSD Intel Pro serie 6000p, disponibili negli stessi tagli di storage, sono destinati al mercato dei client aziendali e il loro impiego è previsto in notebook e PC desktop aziendali. Le prestazioni efficienti dal punto di vista energetico, combinate con i dispositivi basati su processori Intel Core vPro della generazione attuale e futura, offrono una sicurezza di fascia enterprise e funzioni di gestibilità per amministratori IT e utenti finali aziendali.

Gli SSD Intel DC serie P3520 (450GB, 1,2TB e 2 TB) sono invece realizzati a partire dal portafoglio di prodotti SSD PCIe Intel per data center e sono stati ottimizzati per prestazioni a costi accessibili. Si tratta di unità particolarmente indicate per applicazioni a lettura intensiva in ambienti di cloud computing, come la virtualizzazione dello storage e l’hosting Web. Le unità SSD PCIe Intel con tecnologia NAND 3D costituiscono tra l’altro un’opzione accessibile per l’implementazione di molteplici array di storage abilitati per NVMe destinati all’elaborazione di grandi set di dati.

Passando invece a un utilizzo in ambito IoT, gli SSD Intel E serie 6000p (128 e 256 GB) possono essere utilizzati con i processori Intel Core vPro per offrire maggiore sicurezza e funzioni di gestibilità per le applicazioni IoT, come i dispositivi POS e la cartellonistica digitale. Le unità SSD E serie 6000p impiegano lo standard PCIe e sono disponibili con fattore di forma M.2 per una maggiore flessibilità. Infine tocca agli SSD Intel E serie 5420s (150 e 240 GB), che offrono protezione aggiuntiva dei dati per fare in modo che possano essere letti o scritti in modo affidabile, anche in caso di interruzioni di corrente, per la massima tranquillità. Le unità SSD E serie 5420s utilizzano la tecnologia SATA per migliorare le prestazioni rispetto agli HDD tradizionali nelle applicazioni IoT.

WHITEPAPER GRATUITI