Windows 10 sui Chromebook? Restate sintonizzati

Riuscite a immaginarvi Windows 10 in esecuzione su un Chromebook? Alcuni indizi stanno andando proprio in questa direzione, ma perché Google dovrebbe farlo?

chromebook

Windows 10 sui Chromebook? A prima vista sembra una cosa del tutto stupida e senza senso. Si può infatti già fare praticamente tutto su un Chromebook con Chrome OS, tra cui l’esecuzione di un sacco di app per Windows. Perché preoccuparsi allora di usare Windows 10 e soprattutto perché ne stiamo parlando oggi?

Gli sviluppatori di XDA Developers hanno individuato un nuovo ramo del firmware di Google Pixelbook. Questo nuovo codice, “eve-campfire”, include una nuova modalità Alt OS. Alt OS? Windows 10. Dagli indizi che XDA ha raccolto sembra infatti che questa sarà una vera offerta e non solo un progetto interno che non vedrà mai la luce del giorno. XDA pensa che sarà un’opzione dual-boot integrata come il Boot Camp di Apple.

Windows 10 affiancato a Chrome OS non sarebbe però adatto a tutti. Avreste infatti bisogno di un Chromebook ben attrezzato con almeno 40 GB di storage a disposizione e potete anche scordarvi di eseguire Win10 su un Chromebook basato su architettura ARM. Ma perché Google dovrebbe portare Windows sui Chromebook? Secondo alcuni perché Chrome OS non può competere con Windows 10, ma non siamo d’accordo.

ADV
Webinar Finanziamenti a fondo perduto PNRR NextGen EU

L’IT as-a-service e le opportunità dei finanziamenti PNRR e NexGen EU

Come il modello IT as-a-Service e i finanziamenti NextGen EU e PNRR possono essere gli strumenti giusti per erogare i servizi digitali richiesti dal business e dal mercato.      ISCRIVITI ORA >>

chromebook

Chi utilizza oggi Windows lo fa principalmente per tre motivi: conosce solo Windows, il suo gioco preferito può essere eseguito solo su Windows o deve usare un’applicazione fondamentale per lavoro o svago che funziona solo sul sistema operativo di Microsoft. I Chromebook non solo eseguono app, ma eseguono più app senza dual o multi-boot rispetto a qualsiasi altra piattaforma di elaborazione. Questo perché è possibile eseguire Android, Linux e molte applicazioni Windows contemporaneamente.

I Chromebook sono così diventate macchine per tutti gli usi, produttività compresa. Gartner e IDC sono entrambe d’accordo sul fatto che il mercato dei PC stia finalmente crescendo di nuovo e che i Chromebook abbiano parte del merito per questo accenno di ripresa. Dopotutto (ammettiamolo) i Chromebook funzionano alla grande per un utilizzo “medio”, sono macchine già complete di tutto e costano molto meno di un laptop Windows 10 (per non parlare dei MacBook).

Quindi, perché offrire Windows 10 sui Chromebook? XDA pensa che sia per evitare il potenziale delle future multe antitrust dell’Unione europea, ma a nostro parere sono altre due le ragioni principali. La prima è che Google vuole attrarre tutti quegli utenti che sono ancora fedeli a Windows a causa di un gioco preferito o di un’applicazione necessaria. La seconda ragione è che Windows 10 funzionerà molto bene sui laptop con a bordo Chrome OS.

Anche i Chromebook lenti sono veloci rispetto ai laptop Windows e macOS. E avete visto l’ultimo annuncio di Google? È tutto incentrato su come i Chromebook siano più veloci e molto più affidabili delle macchine della concorrenza. Google vorrebbe insomma dimostrare quanto queste macchine siano di gran lunga migliori rispetto ai laptop Windows consentendo agli utenti di tastare con mano la differenza? Certo che lo farebbe.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!