Da lungo tempo Apple si affida a partner come Samsung, LG e Sharp per tecnologie all’avanguardia integrate in iPhone e iPad. Ma adesso sembra che l’azienda di Cupertino stia sviluppando in proprio schermi per iPhone e iPad in un nuovo laboratorio segreto a Taiwan. La notizia è stata riportata Bloomberg e, come di consueto, Apple non ha confermato né negato l’esistenza del nuovo laboratorio.

Apple ha preso in gestione un impianto un tempo occupato da Qualcomm e ha reclutato circa 50 persone per sviluppare nuovi schermi OLED (organic light-emitting diode) più leggeri e sottili. Gli ingegneri del laboratorio sarebbero anche impegnati nel miglioramento degli attuali schermi LCD, per ottenere versioni avanzate di quelli già utilizzati in iPhone e iPad.

Ci vorrà del tempo prima che il laboratorio arrivi a rilasciare prodotti commerciale, e ne frattempo Apple continuerà a fare affidamento su produttori come Foxconn. Ma l’azienda è nota per il controllo che esercita su ogni dettaglio del suo hardware, quindi non è sorprendente che preveda di gestire direttamente una parte integrante del processo di sviluppo.

Display più sottili e leggeri potrebbe significare iPhone e iPad più sottili e leggeri, e potrebbero liberare spazio per batterie più grandi con una durata più lunga, una caratteristica a lungo richiesta anche dai fan più irriducibili di Apple. La società ha chiaramente riconosciuto la necessità di batterie batterie più potenti, e la scorsa settimana ha introdotto la sua prima custodia “intelligente” che permette di ricaricare l’iPhone 6.