MacBook Pro da 16’’: comprare o aspettare?

Il MacBook Pro più grande (ma ancora con processori Intel) risale a circa due anni fa. Vale ancora la pena acquistarlo come laptop pro, o è meglio aspettare l’erede?

macbook pro

Mentre il MacBook Air è estremamente popolare, alcuni utenti hanno bisogno di un po’ di più. Più prestazioni, una batteria più grande, più porte, uno schermo più grande… se avete bisogno di più, avete bisogno di un MacBook Pro. E se volete un laptop di Apple con un display più grande di 13-14 pollici, il MacBook Pro da 16 pollici è la vostra unica opzione al momento.

Prima di spendere tutti quei soldi (si parte da quasi 3300 euro) per qualcosa che sperate di conservare e usare per anni, vale la pena chiedere se questo sia o meno un buon momento per comprare. Nel mondo dei computer, c’è sempre qualcosa di meglio in arrivo, ma se è molto meglio e arriverà presto, potreste voler aspettare.

Sono passati quasi due anni da quando Apple ha aggiornato il MacBook Pro da 16 pollici. La versione attuale dispone di una CPU Intel Core i7 o Core i9 di nona generazione, che non è più all’avanguardia. I modelli attuali montano inoltre una scheda grafica dedicata, che va da una AMD Radeon Pro 5300M fino a una 5600M nelle configurazioni personalizzate. E anche questo setup non è più un laptop di fascia alta al passo coi tempi.

ADV
HP Wolf Security

Il perimetro aziendale oggi passa dalla casa dei dipendenti

Metà dei dipendenti usa il PC anche per scopi personali e il 30% lascia che venga utilizzato da altri famigliari. La tua cybersecurity è pronta per le sfide del lavoro remoto? LEGGI TUTTO >>

Le configurazioni iniziano con 16 GB di RAM e 512 GB di spazio di archiviazione su SSD, il che è ragionevole per un laptop di fascia alta, e tutti i MacBook Pro da 16 pollici hanno quattro porte Thunderbolt 3.

Anche se il display non è male, la risoluzione di 3072×1920 pixel è un po’ bassa per un laptop top di gamma di queste dimensioni (siamo lontani infatti dal 4K). Non manca il supporto per wide color e True Tone, ma bisogna rinunciare all’HDR e a refresh rate superiori a 60Hz o variabili.

Nonostante abbia un paio di anni, questa è letteralmente l’unica opzione per gli utenti Mac che desiderano un laptop con un ampio display. È questo o la versione da 13,3 pollici. Se quindi avete davvero bisogno di quel display più grande e ne avete bisogno ora, non avete scelta.

Ci aspettiamo però un grande aggiornamento per il MacBook Pro nell’autunno. Non solo questo nuovo modello dovrebbe integrare un processore M1X molto più veloce dell’attuale M1 e dell’Intel Core i7 a 6 core da 2,6 GHz nell’attuale MacBook Pro da 16 pollici, ma avrà quasi sicuramente un nuovo design e un sacco di nuove funzionalità.

Se i rumor apparsi sul web sono veri, possiamo aspettarci un ritorno dello slot per schede SD e forse della porta HDMI, un caricatore MagSafe, un display con retroilluminazione mini-LED che probabilmente supporterà HDR e cornici più sottili. E la Touch Bar potrebbe scomparire.

In altre parole, potremmo essere a pochi mesi di distanza da un enorme miglioramento rispetto al MacBook Pro attuale e vale la pena aspettare di vedere di cosa si tratta prima di spendere un budget ingente per qualcosa che volete tenere per anni. La nuova versione potrebbe avere un prezzo di partenza più alto, ma si prevede anche che rappresenterà un enorme miglioramento a tutto tondo.

A differenza del MacBook Air, che è più economico e probabilmente non verrà aggiornato a breve, il MacBook Pro è una spesa maggiore con un’attesa più breve per la nuova versione. Consigliamo quindi di aspettare fino all’autunno per vedere se Apple svelerà davvero il nuovo MacBook Pro da 16 pollici come previsto prima di spendere tutti quei soldi. Anche perché (e non vi piacerà sentirvelo dire se lo avete appena acquistato) l’attuale modello da 16 pollici è praticamente un dinosauro.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!