MacBook Pro da 16’’: a che punto siamo?

Seguendo gli ultimi rumor approdati sul web, abbiamo fatto il punto della situazione sul nuovo MacBook Pro da 16’’ che Apple potrebbe annunciare già il mese prossimo.

macbook pro

Per la prima volta in quasi un decennio potrebbe essere in arrivo un nuovissimo MacBook Pro. Le voci su un nuovo MacBook Pro da 16’’ sono infatti aumentate negli ultimi mesi e questo nuovo modello dovrebbe affiancare le versioni da 13 e 15 pollici che Apple vende dal 2012. Ecco tutto ciò che sappiamo finora.

Annuncio a settembre

Bloomberg riferisce che il MacBook Pro da 16 pollici sarà svelato in un evento ancora da annunciare a settembre. Il report non dice se il modello da 16 pollici sostituirà il MacBook Pro da 15 pollici, anche se afferma che le dimensioni complessive del modello da 16 pollici saranno simili a quelle del 15 pollici.

Display

Ovviamente un MacBook Pro da 16 pollici rappresenterebbe il più grande laptop Apple da quando il MacBook Pro da 17 pollici è andato in pensione nel giugno 2012. Mentre speriamo vagamente nel primo MacBook con un display OLED, Apple probabilmente rimarrà fedele a uno schermo LCD per il modello da 16 pollici, che dovrebbe montare un pannello Retina True Tone con una risoluzione leggermente aumentata pari a 3072×1920 pixel.

Design

Con le prime nuove dimensioni in otto anni, sembra probabile che Apple introdurrà anche un nuovo design per questo MacBook Pro. Già a febbraio l’analista Ming-Chi Kuo aveva predetto che il nuovo modello avrebbe avuto un “design tutto nuovo” e siamo propensi a credergli, soprattutto dopo le sue due altre previsioni di quel periodo (un Mac Pro modulare e un display da 31,5 pollici) si sono concretizzate.

Ci piacerebbe poi credere al recente report di DigiTimes che parla di cornici sottili come quelle dell’Pad Pro più recente, cosa che lascerebbe spazio a Face ID; DigiTimes parla anche di angoli del display arrotondati e di un telaio più sottile e leggero. E visto che sognare non costa nulla, non saremmo nemmeno contrari al ritorno del logo Apple illuminato, anche se non è certo un elemento di fondamentale importanza.

Tastiera

La tastiera degli ultimi MacBook Pro, come ben sappiamo, è andata incontro a molti problemi e si dice che Apple abbia finalmente ricevuto il messaggio. Dopo aver provato a riparare la tastiera a farfalla più volte per le recenti versioni del MacBook Pro, Kuo prevede che Apple abbandonerà il meccanismo introdotto nel 2015 a favore del più tradizionale meccanismo a forbice.

Il noto analista riferisce che il nuovo meccanismo utilizzerà “una fibra di vetro per una struttura rinforzata” e sarà probabilmente più spesso della tastiera esistente, ma siamo disposti a scommettere che nessuno se ne accorgerà o si preoccuperà, purché sia più silenzioso, più resistente e non così prono a “incepparsi” per un semplice granello di polvere.

Una cosa è tuttavia certa quando si parla della tastiera del nuovo MacBook: la Touch Bar sarà standard. Il recente aggiornamento del MacBook Pro da 13 pollici ha eliminato l’unico modello non-Touch Bar e quindi ci pare impossibile che questo nuovo modello da 16’’ arriverà senza Touch Bar, che nel bene e nel male è destinata a restare.

Processore e altre specifiche

L’analista di IHS Markit Jeff Lin afferma che Apple utilizzerà il processore Intel Core i9-9980HK di nona generazione nel MacBook Pro da 16 pollici. Appartenente alla famiglia Coffee Lake, questo chip a otto core ha una velocità di clock di base di 2,4 GHz e in Turbo Boost si spinge fino a 5,0 GHz. Apple attualmente utilizza un processore Core i9 a otto core di nona generazione nel suo MacBook Pro da 15 pollici più costoso, ma in questo caso si parla di un clock base a 2.3GHz e di Turbo Boost fino a 4.8GHz.

Il prossimo processore Ice Lake di decima generazione non sarà presente nei PC Windows fino alla fine di quest’anno e quindi è impossibile che Apple, sempre in ritardo rispetto ai PC Windows a livello di processori, riesca a inserirne uno nel suo nuovo MacBook Pro.

È poi probabile che schede grafiche come le Radeon Pro Vega 16 e 20 rimarranno come opzioni per evitare che il prezzo del modello base sia troppo elevato. Lo stesso vale per la RAM e lo storage su SSD, che probabilmente saranno rispettivamente di 16 GB e 512 GB, con le immancabili opzioni per quantità ancora maggiori.

Connessioni

Apple ha deciso che quattro porte USB-C Thunderbolt 3 sono lo standard per una macchina professionale ed è improbabile che questo approccio cambi. Non aspettatevi poi il ritorno di uno slot per scheda SD o di una porta USB-A. Speriamo solo che Apple non decida di abbandonare anche sul MacBook Pro il jack per le cuffie.

Prezzi e disponibilità

I MacBook Pro di Apple non costano poco. L’attuale versione da 13 pollici parte da 1549 euro, mentre quella da 15 pollici da ben 2799 euro. Secondo l’Economic Daily News il modello da 16 pollici partirà da 2999 dollari (che potrebbero benissimo diventare 3299 euro) e non saremmo affatto sorpresi se fosse così. Per quanto riguarda infine la disponibilità, si parla di un lancio sul mercato nel quarto trimestre dell’anno, probabilmente tra metà a fine ottobre