IBM supporta l’adozione dei Mac in ambito aziendale

La gamma MobileFirst di IBM si arricchisce di servizi che consentono alle imprese di inserire più facilmente i dispositivi Apple nell’infrastruttura IT

La partnership tra IBM e Apple ha preso una nuova svolta con l’annuncio di nuovi servizi cloud offerti da IBM che aiutano le grandi aziende a integrare i Mac nelle loro infrastrutture IT.

Con la nuova offerta, che fa parte del portafoglio di servizi MobileFirst di IBM, i clienti possono ordinare i Mac, che verranno consegnati direttamente ai loro dipendenti, senza la necessità di alcuna configurazione aggiuntiva. IBM ha spiegato che i dipendenti possono poi ottenere rapidamente e in modo sicuro l’accesso alla rete, collegarsi alla posta elettronica e scaricare applicazioni business.

I servizi possono supportare anche Mac personali dei dipendenti in contesti aziendali “bring-your-own-device”. I servizi sono forniti tramite cloud come prodotto software-as-a-service (SaaS), ma sono disponibili anche on-premise nei data center dei clienti.

L’annuncio dei nuovi servizi arriva sulla scia di recenti report secondo i quali IBM acquisterà ben 200mila Mac per uso interno, e la nuova offerta si basa sull’esperienza di IBM acquisita attraverso il suo programma Mac@IBM.

La possibilità di integrare i Mac nell’IT aziendale è “un’esigenza crescente”, ha dichiarato IBM, in quanto sempre più clienti adottano o consentono l’uso di Mac ai propri dipendenti.

In particolare la nuova offerta include la Casper Suite di JAMF Software, progettata per consentire agli utenti di impostare rapidamente e implementare Mac, inclusi MacBook, MacBook Air, MacBook Pro, Mac Mini, iMac e Mac Pro.

Inoltre, sono disponibili servizi di assistenza continua che offrono gestione di sistema operativo, applicazioni software, aggiornamenti, un catalogo di app aziendali, conformità automatica e aggiornamenti delle configurazioni di sicurezza, reporting per hardware e software.

IBM offre anche servizi enterprise per il supporto di iPad e iPhone.

VIAKatherine Noyes
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.