Acer Aspire Switch 10E: ibrido vincente?

Tra pochi giorni l’ibrido 2-in1 Aspire Switch 10E di Acer arriverà in Italia a un prezzo molto invitante. La soluzione più pratica e conveniente per avere Windows 10?

Con il suo prezzo di listino di 299 euro (ma online lo si trova già in prenotazione a 270 euro), l’Acer Aspire Switch 10E sta per arrivare nei negozi italiani (è questione di giorni) e si preannuncia già ora come una delle soluzioni 2-in-1 più interessanti del momento, almeno in tale fascia di prezzo. Questo tablet Windows 8.1, che all’occorrenza si trasforma in un laptop grazie alla tastiera fisica compresa nel prezzo, è una versione corretta del precedente Switch 10, dal quale però differisce per alcune soluzioni di design e costruzione.

La cerniera magnetica per la tastiera offre ora un angolo di apertura più ampio per una flessibilità maggiore, mentre i nuovi colori e un più efficace trattamento anti-riflesso del display lo rendono leggermente diverso anche da un punto di vista estetica. La novità più gradita nella componentistica è la nuova batteria da 30 Wh rispetto a quella da 22 Wh del modello precedente. Acer promette 12 ore di autonomia e anche se è più probabile che saranno di meno si tratta comunque di un passo avanti rispetto alle 6-7 ore assicurate dallo Switch 10.

Acer-Aspire-Switch-10-E-SW3-013-17Z6-660x337

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, Acer ha confermato il display da 10.1’’ con risoluzione HD di 1280×800 pixel, un processore Atom Z3735F, 2 GB di RAM e 32 GB di storage interno. La connettività si limita a Bluetooth e Wi-Fi (niente modulo 4G/LTE), mentre a livello di connessioni troviamo uno slot microSD, una porta USB 2.0 e un’uscita video microHDMI. Un device di fascia media insomma, ma il prezzo aggressivo, la possibilità dell’upgrade gratuito a Windows 10 e la presenza di Office 365 gratuito per un anno lo rendono un ibrido molto interessante.

In questa gamma di prodotti però Acer dovrà scontrarsi sia con l’HP Pavilion x2 2015, sia con l’Asus T100HA. Il primo costa sempre 299 euro e ha praticamente lo stesso hardware con però l’aggiunta di un connettore USB-C, mentre il secondo, che costerà sicuramente di più e arriverà sul mercato nelle prossime settimane già con Windows 10 installato, vanta 4 GB di RAM, un processore Cherry Trail più avanzato e un’autonomia di 14 ore.