Sei cose che abbiamo capito alla WWDC sui futuri prodotti Apple (oltre al Mac)

Apple non ha parlato di nuovo hardware, ma ha dato qualche indizio sui prossimi iPhone, Apple Watch, iPad e AirPods

apple wwdc 2020

In occasione della WWDC 2020 Apple si è concentrata sugli aggiornamenti software. Durante la conferenza annuale per gli sviluppatori non ci sono stati annunci su nuovo hardware, ma le novità presentate indicano che ci sono grandi cambiamenti all’orizzonte e che Apple ha in programma un’interessante lista di rilasci. Ecco cosa possiamo intuire dalla WWDC 2020.

L’Apple Pencil è più importante della Magic Keyboard

ipad-pro-apple-pencilForse la cosa più sorprendente di iPadOS 14 è ciò che manca: nuove gesture del trackpad o miglioramenti multitasking. Quando è stata introdotta la Magic Keyboard per iPad Pro, all’inizio di quest’anno, si poteva pensare che le novità offerte da iPadOS 14 fossero basate sul nuovo cursore e trackpad. Ma, per quanto abbiamo visto finora, non è così.

L’Apple Pencil era dedicata principalmente agli illustratori, ma Apple l’ha elevata a un dispositivo completo di input. In iPad OS 14, l’Apple Pencil non servirà solo per disegnare, dato che Apple ha migliorato iPadOS per riconoscere la scrittura a mano in qualsiasi campo di testo, e quindi non sarà necessario aprire la tastiera per scrivere. E, cosa ancora più importante, non dovremo abbassare l’Apple Pencil per iniziare a digitare.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Tutti gli iPad supportano già l’Apple Pencil, che attualmente è venduta come accessorio. Con le modifiche in arrivo su iPadOS, non saremmo sorpresi di vederla in bundle con i modelli futuri dei tablet Apple.

Non ci sarà mai un’Apple Car

Sorprendentemente, quest’anno Apple ha avuto molto da dire sulle automobili alla WWDC. C’è Car Key, che trasforma l’iPhone in un telecomando wireless per il vostro veicolo (ammesso che sia una costosa BMW), nuove categorie di app per CarPlay, telecamere di velocità e routing dei veicoli elettrici in modo da non rimanere mai a corto di energia. Ma il messaggio di fondo che abbiamo sentito è stato che non ci sarà mai una Apple Car.

Ad essere onesti, siamo scettici sul fatto che Apple abbia mai preso in seria considerazione lo sviluppo di un’auto. Dopo aver esplorato le funzionalità di iOS 14, ci siamo definitivamente convinti che Apple non venderà mai un’auto. Piuttosto, investirà nello sviluppo delle parti dell’auto che contano tramite CarPlay, Car Keys, Siri e Maps, usando iPhone e Apple Watch come chiave.

Le novità per gli Apple Glasses

Se c’era qualche dubbio sugli Apple Glasses, la WWDC ha convinto che Apple sta investendo seriamente in questa direzione. Ci sono importanti miglioramenti nascosti in ARKit 4, tra cui misurazioni di profondità precise, estensione del tracciamento del viso e migliorata occlusione degli oggetti per integrare perfettamente i mondi reale e virtuale. Ancora più importante, molte nuove funzionalità sono progettate per interazioni rapide e in movimento.

Immaginate un mondo in cui potete indossare un paio di Apple Glasses e ottenere indicazioni mentre pedalate in bicicletta, sfogliare le guide della città, scansionare i codici QR per ottenere una App Clip, persino sbloccare l’auto con un gesto. Non è stata presentata alcuna strabiliante novità, ma non è mai stato più chiaro di così che Apple sta pensando a un mondo mobile oltre i limiti dell’iPhone.

Apple Watch 6 avrà una migliore durata della batteria

E’ stata oscurata da tutti i fantastici annunci su iOS 14 e macOS Big Sur, ma per l’Apple Watch è in arrivo una funzionalità molto richiesta: il monitoraggio del sonno. In watchOS 7, l’Apple Watch potrà usare usato per monitorare per quanto tempo l’utente ha dormito attivando l’app dedicata. Si tratta di un grande miglioramento rispetto a watchOS 6, che aveva bisogno di un’app di terze parti per tracciare il sonno, ma siamo ancora molto lontani dalle prestazioni dei tracker più avanzati di Fitbit.

Il problema è probabilmente la durata della batteria. In ogni iterazione dell’Apple Watch la durata della batteria è rimasta di 18 ore, che non coprono tutto il giorno e la notte. Fitbit Versa, invece, ha una durata della batteria di quattro giorni. Non siamo sicuri che Apple Watch arriverà a tanto, ma si può pensare al raddoppio della durata della batteria, il che consentirebbe anche funzioni di tracciamento più avanzate.

AirPods è il prossimo wearable sempre connesso

Apple ha dedicato una parte del suo keynote del WWDC per parlare dei miglioramenti di AirPods, tra cui l’audio spaziale e il passaggio automatico tra dispositivi. Le cose più intriganti, però, sono quelle di cui non ha parlato.

Durante la demo dell’app Translate, ci aspettavamo che Apple parlasse di come si integra con AirPods per consentire traduzioni e conversazioni a mani libere. Non l’ha detto, ma non abbiamo dubbi che funzioni, dato che Apple continua a trasformare gli AirPods in qualcosa che indossiamo tanto quanto un Apple Watch.

Il prossimo iPhone avrà uno schermo più veloce

Non ci aspettavamo che Apple parlasse del prossimo iPhone 12, ma ha offerto qualche indizio sul tanto atteso telefono. Ben Geskin ha mostrato un nuovo pulsante nelle impostazioni di accessibilità di iOS 14 denominato Limit Frame Rate. Come suggerisce il nome, l’attivazione imposterà la frequenza massima dei fotogrammi del display su 60 fps, cosa che sarebbe necessaria solo se l’iPhone potesse essere impostato su una frequenza dei fotogrammi più alta. Sono circolate voci secondo cui l’iPhone 12 Pro avrà uno schermo a 120Hz e questo pulsante sembra confermarlo.

Mac)" data-share-description="In occasione della WWDC 2020 Apple si è concentrata sugli aggiornamenti software. Durante la confer" data-share-imageurl="https://static.cwi.it/wp-content/uploads/2020/06/apple_wwdc2020.jpg" data-share-url="https://www.cwi.it/hardware/129194-129194" >

Michael Simon
Redattore di PCWorld e Macworld Se ha uno schermo, una batteria o un connettore, Michael Simon vorrà senz'altro giocarci e analizzarlo. Michael si occupa infatti di smartphone, tablet e tutti i dispositivi portatili per PCWorld e Macworld. Lo trovate su Twitter come @morlium.