SUSE CaaS

SUSE ha presentato oggi SUSE CaaS (Container as a Service) Platform, una piattaforma di sviluppo e hosting per applicazioni e servizi basati su container. La soluzione costituisce una nuova componente del crescente portafoglio di infrastrutture software-defined di SUSE, che integra la tecnologia open source per promuovere le innovazioni di nuova generazione di cui i clienti hanno bisogno. SUSE CaaS Platform permette a sviluppatori e tecnici IT di effettuare il provisioning, gestire e scalare applicazioni e servizi basati su container per raggiungere più rapidamente gli obiettivi di business.

La proposta di SUSE arriva sul mercato in un periodo in cui la maggior parte delle aziende sta containerizzando le applicazioni esistenti in maniera diretta o per mezzo di un moderno approccio basato su architetture a microservizi. SUSE CaaS Platform supporta entrambi questi percorsi e punta ad aiutare i clienti a diventare più agili e a ridurre i costi operativi.

SUSE CaaS Platform è formata da tre componenti chiave: orchestrazione mediante Kubernetes, sistema operativo proprietario (SUSE MicroOS) e funzionalità di configurazione. Questi invece i vantaggi promessi dalla nuova piattaforma.

SUSE CaaS

  1. Time-to-market ridotto grazie alle funzionalità di immediato utilizzo della piattaforma che permettono ai clienti di implementare l’orchestrazione usando un sistema Kubernetes a livello di produzione, effettuare il deployment di servizi resilienti per container, massimizzare la portabilità e completare lo sviluppo all’interno di un ambiente sicuro.
  2. Superiore efficienza operativa attraverso l’automazione delle attività di gestione del deployment e supporto del ciclo di vita applicativo completo dei container mediante il toolset per container integrato. Questo toolset mette a disposizione le funzioni necessarie per poter gestire i registry on-premise, creare le immagini dei container, applicarvi patch in sicurezza, collaborare in maniera protetta e utilizzare le immagini verificate presenti su SUSE Registry.
  3. Possibilità di DevOps per una migliore gestione del ciclo di vita applicativo. DevOps unifica sviluppo e operazioni attraverso una singola piattaforma container che aiuta a risparmiare tempo in entrambe le discipline. Inoltre semplifica il deployment di microservizi e permette la coesistenza di configurazioni e codice.

“SUSE immagina diverse casistiche di utilizzo per la propria piattaforma CaaS, come l’adozione di DevOps o l’implementazione di microservizi per un rilascio più rapido e automatizzato delle applicazioni su infrastrutture differenti” ha commentato Jay Lyman, principal analyst, Cloud Management and Containers, di 451 Research.

WHITEPAPER GRATUITI