Facebook: solo energie rinnovabili per il nuovo data center in Texas

Con un investimento da almeno 500 milioni di dollari, la società di networking realizzerà il suo quinto data center basato sul design dell’Open Compute Project

Facebook sta costruendo un nuovo data center a Fort Worth, in Texas, che sarà interamente alimentato da energie rinnovabili. La società investirà almeno 500 milioni di dollari nel sito di 110 acri (circa 45 ettari), che sarà operativo alla fine del prossimo anno.

L’impianto sarà il quinto del gigante di social-networking, dopo i data center realizzati in Iowa, Oregon, North Carolina e Svezia, e ospiterà apparecchiature basate sul più recente design per data center dell’Open Compute Project.

Per la sostenibilità ambientale, il data center di Fort Worth sarà raffreddato con l’aria esterna, piuttosto che con i tradizionali condizionatori ad alto consumo energetico, e sfrutterà la tecnologia sperimentata nell’impianto in Oregon. Questi design sono ora offerti attraverso l’Open Compute Project. Inoltre sarà alimentato interamente da energia rinnovabile grazie al nuovo parco eolico da 200 megawatt, attualmente in costruzione nella vicina contea di Clay, che si estende su un’area di 6.800 ettari.

adv

Facebook ha sottolineato che, grazie al suo impegno per l’efficienza delle infrastrutture, ha risparmiato più di 2 miliardi di dollari negli ultimi tre anni.

Jay Parikh, Vice President of engineering, ha scritto inoltre che l’azienda punta a alimentare i suoi data center con energie rinnovabili al 50 per cento entro la fine del 2018.

I recenti annunci di Facebook hanno raccolto il consenso di Greenpeace. “Il nuovo obiettivo di Facebook di utilizzare il 50 per cento di energie rinnovabili e l’impegno ad alimentare il suo data center in Texas con energia eolica pulita dimostra il tipo di trasparenza necessaria per dimostrare che sta facendo progressi costanti verso il suo obiettivo di utilizzare energia rinnovabile al 100 per cento”, ha commentato David Pomerantz di Greenpeace.

In netto contrasto, Pomerantz ha aggiunto, è Amazon Web Services, che “non è riuscita a spiegare come intende alimentare i suoi nuovi data center in Ohio e in India, nonostante l’impegno della società a utilizzare energia rinnovabile al 100 per cento”.

 

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!

AUTOREKatherine Noyes
Katherine Noyes
Senior U.S. Correspondent di Computerworld US Katherine Noyes è una fervente geek fin da quando ha conquistato per la prima volta la Pyramid of Doom su un antico pc TRS-80. Oggi scrive di software enterprise in tutte le sue forme su CIO.com, Computerworld, InfoWorld, il Wall Street Journal e Deloitte Insight. E' specializzata in cloud computing, big data, analytics e intelligenza artificiale.