La produttività, il marketing, le vendite e in definitiva il fatturato delle aziende dipendono sempre più dai servizi digitali. In questi servizi sono stati fatti investimenti importanti che stanno dando i loro frutti.

L’operatività di un sistema è definita in base al tempo (il termine usato è uptime e i livelli di servizio sono definiti come percentuale di tempo in cui il servizio è operativo), ma ogni azienda dovrebbe anche tradurre questo tempo in euro: quanto costa una giornata di down del sito web o del software gestionale usato da tutti i dipendenti?

Preso atto del fatto che problemi e incidenti non sono mai evitabili per sempre, per tutelare il fatturato l’attenzione dei responsabili dei sistemi informativi dovrebbe spostarsi su quattro fattori:

  • Come posso rilevare quei segnali che indicano l’insorgere di un problema per intervenire prima che si manifesti?
  • Se un sistema si ferma o ha problemi di prestazioni, come posso esserne immediatamente informato, con un’indicazione chiara su cosa sia andato storto, per rimediare il prima possibile?
  • Come posso dosare e pianificare l’utilizzo delle risorse per fare in modo che garantiscano sempre il livello di prestazioni richiesto, senza dover per questo rischiare di spendere o investire più di quanto necessario?
  • Come posso avere garantita una qualità di esercizio dell’infrastruttura IT sempre al top?
ADV
Siemens Industria 4.0

Industria 4.0: una guida per integrare funzione IT e reparti di produzione

Riuscire a far parlare tra loro sistemi e apparati dei mondi IT e OT è la chiave per sbloccare la trasformazione digitale nell’industria. Per farlo, è necessario cominciare a far parlare tra loro le persone di questi due domini di competenza. Scopri di più >

Non tutte le aziende hanno le risorse per garantire un monitoraggio costante di infrastrutture e applicativi 24 ore su 24, e anche quelle che lo avessero hanno bisogno di strumenti di analisi in grado di evidenziare – tra i moltissimi segnali e righe di log – le condizioni prioritarie che potrebbero generare criticità e richiedono quindi attenzione.

È proprio per coprire questa esigenza che Seeweb offre ai suoi clienti la possibilità di aggiungere ai propri progetti web il servizio Supporto Proactive che garantisce l’attività di sorveglianza e assicura una gestione proattiva dei sistemi al fine di prevenire criticità e incidenti.

Il Supporto Proactive di Seeweb

Il bot Telegram informa il cliente in tempo reale sui problemi e i provvedimenti intrapresi.

Il servizio di Supporto Proactive di Seeweb si compone di una rete di sensori installati sull’infrastruttura che inviano segnali a una dashboard da cui è possibile monitorare lo stato di salute dei servizi (Server, SQL, Redis…). In caso di anomalie che possono causare criticità, il sistema automaticamente avvisa il cliente utilizzando i canali prestabiliti (e-mail, SMS o Telegram, con la possibilità di integrare altri sistemi di notifica).

Oltre alla soluzione tecnica, la cosa davvero importante è la presenza costante e la competenza di un team di persone che lavorano per garantire efficienza e prestazioni dei servizi. Fin dal momento della sottoscrizione del servizio i consulenti di Seeweb aiutano il cliente a definire quali sono i sistemi critici, i parametri di utilizzo ottimali e quelli invece che devono generare un allarme.

Ma non solo: è anche possibile prestabilire eventuali interventi da effettuare in caso di incidente e pianificare in anticipo le attività e il processo di escalation da attivare. Per esempio, si può stabilire che in caso di un disco saturo lo spazio possa essere espanso autonomamente mentre per un sito offline deve essere sempre interpellato il cliente, definendo anche le persone da contattare nei giorni festivi o al di fuori degli orari di ufficio, se non c’è un presidio permanente in azienda.

Questo servizio di supporto è ideale per tutte le aziende che mirano alle massime prestazioni infrastrutturali, come per esempio e-commerce, portali ad alto traffico o servizi critici, ma non possono allestire un centro operativo attivo ogni giorno e in ogni orario.

Francesco Cirelli, Sysadmin e membro del Team Proactive Seeweb.

“Il servizio di Supporto Proactive ha avuto particolare successo soprattutto tra le aziende che hanno nelle infrastrutture IT la base cruciale per il loro business e ambiscono alle massime prestazioni. Prendiamo il caso di un server che a un certo punto subisce un forte carico: noi abbiamo già una procedura condivisa e stilata con il cliente e sappiamo esattamente come comportarci. Avendo stabilito a monte cosa fare in maniera personalizzata, siamo in tal senso molto autonomi anche in attività che richiedono di scalare le risorse, pur notificando sempre tutto ai contatti di riferimento. Il Supporto Proactive a mio avviso è la killer feature di Seeweb, perché eroga un supporto sistemistico di altissimo livello e riesce a fornire tanto valore aggiunto nelle realtà dei diversi clienti, ciascuno con le sue esigenze”, afferma Francesco Cirelli, Sysadmin e membro del Team Proactive Seeweb.

Altro servizio incluso nel supporto Proactive e di grande valore, soprattutto per la programmazione strategica e la pianificazione e ottimizzazione dei costi, è il report mensile con la sintesi delle criticità e dell’utilizzo delle risorse.

Scopri di più sul Supporto Proactive di Seeweb
Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!