Due data center europei per Apple

Le nuove strutture, per le quali Apple ha stanziato 1.7 miliardi di euro, sorgeranno in Irlanda e in Danimarca.

Nella giornata di oggi Apple ha annunciato un piano da 1,7 miliardi di euro per la costruzione e la messa in funzione di due Data Center in Europa, entrambi interamente alimentati da energie rinnovabili. Gli impianti, situati nella contea di Galway, in Irlanda, e nella regione dello Jutland centrale, in Danimarca, forniranno energia per i clienti europei dei servizi online di Apple, inclusi iTunes Store, App Store, iMessage, Mappe e Siri.

Come dichiarato dallo stesso Tim Cook, questo nuovo investimento rappresenta il progetto più importante e corposo che Apple abbia mai fatto finora in Europa, con tutti i benefici che ben si possono immaginare nella creazione di posti di lavoro in ambito locale e nell’introduzione di progetti molto evoluti in termini di edifici “green”.

Il Data Center irlandese di  Athenry
Il Data Center irlandese di Athenry

Il rapporto tra Apple e l’Europa non è comunque materia recente. Il colosso di Cupertino contribuisce infatti alla creazione di quasi 672.000 posti di lavoro nel Vecchio Continente, di cui 530.000 direttamente connessi allo sviluppo di app per iOS. Inoltre, dal lancio dell’App Store nel 2008, gli sviluppatori in Europa hanno guadagnato oltre 6,6 miliardi di euro tramite la vendita internazionale di app e acquisti in-app. Apple dà direttamente lavoro a 18.300 persone in 19 Paesi europei e ha creato più di 2.000 posti di lavoro solo negli ultimi 12 mesi.

Le due nuove struttura in Irlanda e Danimarca, ciascuna di 166.000 metri quadrati, entreranno in funzione nel 2017 e utilizzeranno fin da subito il 100% di energia proveniente da fonti rinnovabili e pulite, tanto da potersi considerare i Data Center con il più basso impatto ambientale mai costruiti prima da Apple. Lisa Jackson, Vice President Environmental Initiatives di Apple, ha insistito molto su questo aspetto, anche perché le due nuove strutture porteranno diversi benefici al settore green in Irlanda e in Danimarca, due Paesi che tra l’altro possono vantare notevoli risorse eoliche sulle quali Apple punta molto per sviluppare nuovi progetti e nuove tecnologie in ambito green.

Il Data Center danese di Viborg
Il Data Center danese di Viborg

Entrambi i Data Center sono inoltre progettati da Apple per avere un impatto positivo sulle comunità locali. Per l’impianto irlandese di Athenry sarà ad esempio recuperato un terreno precedentemente utilizzato per la coltivazione di specie arboree alloctone, ma ci sarà spazio anche per una nuova area didattica all’aperto rivolta alle scuole locali.

A Viborg, in Danimarca, Apple posizionerà invece la struttura accanto a una delle più grandi sottostazioni elettriche della Danimarca. L’impianto è inoltre progettato per catturare il calore in eccesso prodotto dalle apparecchiature al suo interno e condurlo nel sistema di riscaldamento del distretto, in modo da contribuire a riscaldare le abitazioni della vicina comunità.

VIAFrancesco Destri
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.