Dell amplia la sua gamma storage con nuova soluzioni per le imprese

Storage SCv2000 e Storage PS6610 tra le novità di Dell rivolte alle aziende che vogliono adattare i loro data center per stare al passo con la crescente domanda IT.

mercato storage

Dell ha presentato nuove soluzioni storage rivolte alle imprese che vogliono tenersi al passo con la crescente domanda di IT adattando e scalando i loro data center. Si tratta di array entry-level, di array storage densi a più elevate prestazioni, di maggiori funzionalità software e di nuove appliance SDS.

I nuovi array della serie SCv2000 garantiscono prestazioni e sicurezza anche per chi cerca soluzioni di storage di livello entry-level. Questa nuova gamma già disponibile sul mercato offre protezione dati integrata per supportare progetti specifici, database e ambienti di test, o il semplice consolidamento storage. Partendo da 14.000 dollari per array, la nuova serie si presenta in tre configurazioni supportate da altrettante opzioni di espansione. Queste comprendono funzionalità di protezione dati, tiering RAID per ottimizzare la capacità, thin provisioning, supporto flash e servizi di data migration. I clienti possono salvaguardare i loro dati con una protezione granulare che prevede fino a 2.000 snapshot e 500 repliche.

Gli array assicurano inoltre funzionalità integrate come Remote Instant Replay e Local Instant Replay, oltre a offrire una spiccata flessibilità grazie alla quale i clienti possono trarre maggior vantaggio da investimenti esistenti con la migrazione dei dati su array Dell Storage SC4000 e SC8000 di più alto livello. La serie SCv2000 supporta anche le esigenze attuali e future dato che gli array possono essere gestiti con la stessa interfaccia utente di altri array SC. I clienti possono scalare la capacità al bisogno, con la possibilità di scegliere da una vasta gamma di hard drive e SSD, configurati per svariate applicazioni.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

“La nuova serie Dell Storage SCv2000 porta le prestazioni e i livelli di protezione dei noti array Dell della serie SC su modelli entry-level caratterizzati da un valore imbattibile a prezzi estremamente competitivi. Nel complesso, le nostre soluzioni offrono ai clienti tecnologie innovative per migliorare e semplificare in modo efficace la gestione dello storage con approcci IT nuovi e consolidati”, ha dichiarato il vice president e general manager Dell Storage Alan Atkinson.

La nuova proposta di Dell comprende anche i nuovi array della serie Dell Storage PS6610, che forniscono capacità 3,5 volte superiori e prestazioni fino a 7 volte maggiori rispetto alla generazione precedente per clienti che dispongono di grandi repository di dati. Questi array dual-controller assicurano notevoli miglioramenti rispetto alla precedente generazione Dell EqualLOgic PS6510, permettendo di archiviare maggiori quantità di dati e accedervi più velocemente.

Il Dell EqualLogic PS Series Array Software 8.0 offre nuove funzionalità di risparmio dello spazio quali la compressione di snapshot e repliche

Gli array della serie PS6610, disponibili dal terzo trimestre del 2015, associano la potenza di 10 Gigabit Ethernet (GbE) con densità storage, offrendo la possibilità di supportare mezzo petabyte in un unico array 5U. Con maggiori densità, memoria e prestazioni, gli array si caratterizzano per un ingombro inferiore, supportando i crescenti requisiti dei clienti. La serie PS6610 è inoltre ideale per applicazioni ERP, email e database SQL, oltre che come archivio per supportare repository di grandi dimensioni, quali quelli necessari per conservare dati medici, finanziari e di videosorveglianza.

Gli array sono accompagnati dal Dell EqualLogic PS Series Array Software 8.0, che offre nuove funzionalità di risparmio dello spazio quali la compressione di snapshot e repliche. Il software supporta inoltre ambienti virtuali con l’integrazione di VMware vSphere Virtual Volumes che permette la gestione degli array in base alle VM piuttosto che per volumi o LUN. I clienti esistenti con un contratto di supporto in essere possono scaricare la versione più recente del software senza costi aggiuntivi.

L’ultima novità è rappresenta da Dell Storage con Microsoft Storage Spaces, una serie di nuove soluzioni progettate, testate e validate per supportare le funzionalità SDS di Microsoft su server e hardware Dell. Queste soluzioni, disponibili a partire da giugno, vanno a completare il lavoro fatto da Dell con Microsoft per offrire la soluzione Cloud Platform System (CPS). Le nuove soluzioni Scale-Out File Server (SOFS), disponibili in 5 configurazioni, supportano i clienti alla ricerca di un approccio SDS e virtualized storage per svariati workload, comprese le implementazioni Private Cloud, VDI e gli ambienti SQL e Hyper-V.

Il supporto Dell comprende dimensionamento di prestazioni e capacità, implementazione end-to-end e assistenza continua del sistema. La soluzione permette ai clienti di partire con poco e scalare a oltre 1 petabyte di storage. Dell Storage e Microsoft Storage Spaces entrano a far parte della più ampia gamma di soluzioni SDS del mercato basate su relazioni strette tra Dell e i principali vendor SDS.

AUTOREFrancesco Destri
Francesco Destri
Collaboratore Francesco segue il mondo della tecnologia dal 1999, scrivendo per numerose testate online e cartacee. È specializzato soprattutto in tecnologia B2B, hardware e nuovi media.