Come allestire una smart home senza spendere una fortuna

Dall’illuminazione alla sicurezza e all’intrattenimento, come trasformare la propria casa in una smart home con attrezzature all’avanguardia senza investire troppo tempo e denaro

smart-home come creare

Un modo per realizzare una smart home è acquistare molti componenti – sensori, lampadine intelligenti, videocamere di sicurezza, altoparlanti e quant’altro – e collegarli tutti a un hub che li fa comunicare tra loro e con il proprietario della casa, tramite il suo smartphone. Questa scelta, tuttavia, comporta un importante investimento di soldi e di tempo. E, per alcune persone, può essere semplicemente eccessivo.

Se i vostri desideri e le vostre esigenze sono più semplici, potete acquistare pochi prodotti, relativamente economici, per ottenere la maggior parte delle comodità che offre una smart home di fascia alta.

La cosa importante è acquistare prodotti che siano compatibili tra loro, costruendo così una solida base che si potrà espandere nel tempo. La chiave è sapere quali prodotti per la casa intelligente non dipendono da un hub per funzionare. Gli hub offrono vantaggi – il più importante dei quali è avere un’unica interfaccia utente per controllare tutto – ma non sono sempre essenziali. Fondamentale, invece, è un buon router wireless, in grado di raggiungere tutti gli angoli della casa.

Ecco i nostri suggerimenti per costruire un sistema di smart home senza hub.

Illuminazione intelligente

Solitamente l’illuminazione è il punto di partenza per realizzare una smart home. Molti sistemi di illuminazione intelligenti funzionano perfettamente senza un hub centrale e sono in grado di interagire con altri elementi della casa. Le lampadine di LIFX e TP-Link, per esempio, comunicano tramite Wi-Fi, mentre altre comunicano tramite Bluetooth.

Altre lampadine intelligenti, tra cui Philips Hue, Cree e Sengled Element, si basano su connessione ZigBee e pertanto devono avere un bridge ZigBee-to-Wi-Fi collegato al router. Le lampadine intelligenti possono essere controllate con un’app su smartphone o tablet, che può essere utilizzata anche per programmare gli orari di accensione.

philips-hue-starter-kit
Lo Starter Kit della serie Philips Hue

Se la maggior parte dell’illuminazione della vostra casa è a soffitto e controllata da un interruttore a muro, l’ideale è sostituire gli interruttori tradizionali con interruttori intelligenti e dimmer. Questo perché una lampadina intelligente perde le sue potenzialità una volta spento l’interruttore che la controlla. Leviton, TP-Link, Lutron, Ecobee e altri produttori offrono interruttori intelligenti che operano sulla rete Wi-Fi e non richiedono un hub centrale.

Altoparlanti intelligenti

E’ comodo poter dire “abbassa le luci” e avere un altoparlante intelligente che esegue il comando agendo sull’illuminazione. La serie Amazon Echo (attesa in Italia entro l’anno) e la serie Google Home sono i leader di mercato in questo spazio. Con una base installata molto più ampia e un supporto più esteso Amazon si è imposta negli ultimi anni, ma Google sta recuperando terreno.

Sul mercato sono disponibili nuovi prodotti abilitati per gli assistenti digitali delle due società, Amazon Alexa e Google Assistant. Ecobee integra Echo nel suo termostato intelligente Ecobee4 e nello switch Ecobee Switch+, mentre Lenovo è stata la prima a introdurre sul mercato dispositivi Google Home dotati di display (la serie Lenovo Smart Display).

E poiché questi altoparlanti intelligenti sono stati così ampiamente adottati da altri produttori di dispositivi per la casa intelligente, sono diventati di fatto degli hub a sé stanti, fungendo da punto di interazione centrale per tutto, dalle luci intelligenti alle telecamere di sicurezza domestica.

Termostati intelligenti

Pochi dispositivi domestici possono eguagliare la capacità di un termostato intelligente nell’offrire sia il comfort che il risparmio in termini di costi/energia. Questi dispositivi vanno ben oltre la creazione di un programma di riscaldamento e raffreddamento personalizzato. Possono infatti rilevare quando a casa è presente qualcuno e attivare il sistema di riscaldamento/raffreddamento solo quando è necessario.

ecobee4 termostato intelligente
Il termostato Ecobee4

L’ultima tendenza su questo fronte è installare sensori nelle stanze che vengono utilizzate più frequentemente, in modo che il termostato funzioni sulla base delle stanze occupate, anziché attivare cicli di riscaldamento e raffreddamento in base alla posizione del termostato stesso. Attualmente Ecobee4 è il nostro termostato intelligente preferito, perché viene fornito con entrambi i sensori e l’altoparlante smart Amazon Echo integrato. Interessanti anche le offerte di Nest Labs, la società che di fatto di più ha aperto il mercato del termostato intelligente.

Telecamere di sicurezza

Una telecamera di sicurezza domestica di qualità consente di tenere sotto controllo la propria casa, soprattutto quando si è lontani. I modelli per interni possono aiutare a monitorare i propri bambini e animali domestici, se presenti, mentre i modelli per esterni possono filmare eventuali tentativi di furto e, cosa ancora più importante, scoraggiare i malintenzionati dall’avvicinarsi.

Alcuni modelli, come Ring, Netatmo e Maximus, incorporano luci che possono illuminare il percorso verso casa. Le videocamere incorporate nei citofoni possono sorvegliare l’ingresso e permettere di interagire con i visitatori senza doversi avvicinare alla porta, o persino essere in casa in quel momento.

Sistemi audio multi-room

I più moderni sistemi di altoparlanti multi-room, come quelli di Sonos, Yamaha (MusicCast) e Denon (HEOS), sono generalmente autosufficienti e consentono di posizionare gli altoparlanti in più stanze della casa per ascoltare musica in streaming da una raccolta o da servizi online come Spotify. Gli altoparlanti possono riprodurre lo stesso audio, ma è possibile anche inviare tracce diverse a ciascuno di essi.

Diverse aziende propongono soundbar che migliorano l’esperienza di visione programmi televisivi e film quando non si ascolta musica. In ogni caso, è sufficiente uno smartphone o un tablet per controllare tutto il sistema audio. Alcuni modelli Sonos includono anche l’assistente digitale Alexa di Amazon, e sono in grado di controllare altri dispositivi domestici intelligenti.

Rilevatori intelligenti di fumo e monossido di carbonio

I tradizionali rilevatori di fumo e monossido di carbonio emettono un allarme che può essere sentito solo in casa. I moderni rilevatori intelligenti emettono sì un allarme locale, ma inviano anche un avviso allo smartphone del proprietario della casa e a ogni contatto autorizzato, se viene rilevato un pericolo.

nest-labs rilevatore fumo
Il rilevatore di fumo Nest Labs

Alcuni intelligenti allarmi antifumo, come il Nest Protect, incorporano luci di emergenza che possono aiutare a trovare la via d’uscita in una casa piena di fumo; altri, come il nuovo First Alert Onelink Safe & Sound, includono funzionalità avanzate come un altoparlante intelligente integrato. Se il budget è limitato, Roost offre un’alternativa meno costosa: una batteria che può rendere più intelligente il rilevatore di fumo esistente.

Irrigazione intelligente

L’acqua è una risorsa preziosa. Un sistema di irrigazione intelligente può garantire che il vostro giardino riceva la quantità d’acqua che necessita senza sprecarla. Tra tutti i sottosistemi di casa intelligente in cui si può investire, il sistema d’irrigazione è quello che trarrà il minimo vantaggio dall’essere incorporato in un hub. I sistemi di irrigazione intelligenti possono essere complessi da gestire, quindi è consigliato l’utilizzo di un’app dedicata.

Creare un hub gratuito con IFTTT

Per trarre il massimo beneficio da diversi dispositivi smart home e farli “collaborare” tra loro si può aprire un account gratuito con IFTTT (L’acronimo sta per “If This Then That”). Il servizio permette di attivare un dispositivo (o servizio) a seguito di un’azione da parte di un altro dispositivo, creando una sorta di hub di casa intelligente nel cloud. IFTTT è ampiamente supportato, e non solo da prodotti e servizi domestici intelligenti.

IFTTT è semplice da usare: basta creare quella che viene chiamata una “applet” sul sito web IFTTT e scegliere il servizio o dispositivo che si desidera utilizzare come attivatore (il “this” in If This Then That), e il servizio o dispositivo che deve essere attivato.

Sul sito IFTTT sono disponibili diverse applet pronte all’uso. Una, per esempio, permette di accendere le lampadine intelligenti Philips Hue sfruttando un timer impostato su Amazon Echo.

Pronti per iniziare?

Abbiamo elencato i componenti di una casa intelligente nell’ordine in cui riteniamo che la maggior parte delle persone li installerà, ma non esiste una regola da seguire.

Se volete investire in un hub che riunisce tutti questi componenti in un’unica interfaccia utente, assicuratevi che tutti i prodotti acquistati funzionino con uno degli hub più comuni, per esempio Samsung SmartThings, Wink Hub 2, Iris di Lowe o un altro sistema in grado di ospitare dispositivi di terze parti. La maggioranza dei prodotti ultra-economici disponibili sul mercato non soddisfa questo requisito, ma sui siti web dei produttori di hub è possibile trovare informazioni su quali dispositivi possono supportare.

Tenere presente tale compatibilità nei criteri di acquisto vi consente di massimizzare il valore degli investimenti iniziali per la vostra smart home, aggiungendo nel tempo altri componenti e servizi.

AUTOREChristopher Null
FONTE TechHive
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.