Ecco perché i retailer danno priorità alle innovazioni in cloud

Un nuovo sondaggio di SAP ha evidenziato come l'87% dei retailer intervistati comprenda l'importanza di un software che si integri end-to-end e in cloud nella catena del valore.

cloud

In occasione di NRF 2019, il più grande salone del retail in programma a New York fino a oggi che vede oltre 37.000 partecipanti e 700 espositori, SAP ha annunciato i risultati della ricerca dal titolo Emerging Opportunities to Deploy Industry Processes in the Cloud.

Lo studio è stato condotto a luglio 2018 da Forrester Consulting per conto di SAP e ha coinvolto 135 decisori retail di nove Paesi valutando il loro interesse a sviluppare una strategia cloud nel loro settore. Il sondaggio ha evidenziato come l’87% degli intervistati comprenda l’importanza di un software che si integri end-to-end e in cloud nella catena del valore.

I principali retailer, che si concentrano su priorità digitali quali customer centricity, digital consumer supply chain, tecnologie di distribuzione più intelligenti e monetizzazione di nuove offerte per i clienti, sono molto più avanti nel percorso di trasformazione rispetto alle aziende retailer che non stanno danno priorità a un approccio simile.

Circa l’81% dei retailer più innovativi ha iniziato o completato la propria trasformazione digitale, rispetto al 55% di altre aziende. Inoltre, i retailer “innovatori” prevedono di continuare a sostenere investimenti sensibili nel marketing, nel customer engagement, nelle vendite, nel commercio, nella catena di approvvigionamento e nel merchandising.

digital transformation

“I retailer che cercano di capire e connettersi meglio con i propri clienti, fornitori e partner occupano una posizione unica per trarre beneficio dalle soluzioni cloud” ha affermato Lori Mitchell-Keller, co-president of SAP Industries. “Questo studio evidenzia come i rivenditori considerino il cloud un fattore chiave per le loro priorità digitali e sono disposti a investire di più nella “nuvola” per supportare processi di business come infrastrutture, ricerca e sviluppo, commercio e vendite. Questo cambiamento non solo permetterà ai retailer di avvisare il proprio percorso per diventare un’organizzazione più intelligente, ma migliorerà anche la soddisfazione in termini di business”.

I retailer più innovativi stanno attualmente sfruttando un mix di tecnologie intelligenti per raggiungere gli obiettivi di trasformazione digitale. Gli intervistati considerano l’Internet of Things (88%), analytics in tempo reale (86%) e il machine learning (84%) le tecnologie di trasformazione preferite, mentre la stragrande maggioranza (92%) afferma che lo spostamento di processi end-to-end o di business verso un cloud di settore migliorerebbe la loro capacità di trasformare in modo digitale l’intero ecosistema.
Inoltre, il 97% degli innovatori retail evidenzia un miglioramento nell’erogazione dei servizi e dell’efficacia, mentre il 93% degli innovatori retail ritiene di avere un netto vantaggio competitivo. Infine il 93% degli innovatori retail ottiene risultati di business migliori grazie all’integrazione del cloud con il proprio ecosistema.

Se da un lato i retailer sono in prima linea nell’adozione del cloud, dall’altro il settore è ancora alle prime fasi di migrazione dei processi end-to-end nel cloud. Come osservato nello studio, i retailer comprendono i vantaggi delle soluzioni cloud ma hanno bisogno di elaborare i casi di utilizzo, gli elementi che costituiscono questa tecnologia e il suo impiego.