Passaggio al cloud più facile con HP

La nuova appliance hyper-converged di HP unisce il disaster recovery all'orchestrazione del cloud ibrido, con un prezzo dimezzato rispetto alla concorrenza.

HP ha annunciato oggi il nuovo HP ConvergedSystem 250-HC StoreVirtual (CS 250), un’appliance hyper-converged che offre un server virtuale ad elevata disponibilità e un’infrastruttura di storage configurabile in pochi minuti, il tutto con un prezzo quasi dimezzato rispetto ai sistemi concorrenti. Questa nuova soluzione di livello enterprise è progettata per i desktop virtuali e per la produttività degli uffici remoti, ma garantisce anche un percorso semplice verso il cloud ibrido.

Con questa nuova appliance HP cerca di rispondere alle esigenze di quelle aziende alla ricerca di soluzioni che permettano lo sviluppo e l’esecuzione rapida di nuove applicazioni. Un trend che secondo recenti rilevazioni di IDC ha portato a un aumento del 116% anno su anno nelle vendite di sistemi hyper-converged e a un tasso di crescita annuale composto (CAGR) previsto del 60% fino al 2019.

Realizzato unendo il server HP x86 alla tecnologia di storage software-defined (SDS) StoreVirtual, il nuovo CS 250 (immagine sotto) garantisce la business continuity sin dal primo giorno, offre un’integrazione VMware avanzata, supporta le architetture delle soluzioni cloud ibrido ed è accompagnato da nuovi servizi di delivery e programmi di canale.

Il CS 250 utilizza anche la tecnologia StoreVirtual e offre la semplicità chiavi in mano di una soluzione hyper-converged totalmente integrata e collaudata, fornendo inoltre una maggiore flessibilità di configurazione ideata per adattarsi a un’ampia varietà di workload virtualizzati e ai budget dei clienti. La nuova configurazione a tre nodi ad esempio è fino al 49% più economica delle configurazioni comparabili di Nutanix e di altri concorrenti.

CS_250HC_StoreVirtSyst_LF

Grazie all’inclusione di tre licenze per Virtual Storage Appliance (VSA) StoreVirtual da 4 TB, i clienti possono sfruttare l’infrastruttura esistente come target di replica senza alcun costo aggiuntivo e personalizzare il sistema, scegliendo fino a 96 core di elaborazione, un mix di unità disco SSD e SAS e fino a 2 TB di memoria per appliance a 4 nodi, il doppio rispetto alle generazioni precedenti.

CS 250 è pre-configurato con vSphere 5.5 e HP OneView InstantOn per consentire ai clienti di essere pronti per la produzione dedicando solo 5 minuti alla keyboard e un totale di 15 minuti al deployment. La gestione quotidiana si effettua da VMware vCenter tramite il plug-in HP OneView for VMware vCenter. Questo semplice plug-in assicura che il personale IT generico usufruisca di un’esperienza di gestione unificata nell’appliance utilizzando strumenti che già conosce.

HP sta introducendo anche i nuovi servizi Software-Defined Storage Design and Integration per aiutare i clienti a sviluppare servizi di storage cloud altamente scalabili e flessibili. Il servizio di progettazione consente ai clienti di prendere decisioni ponderate sulle modalità di modernizzazione della propria infrastruttura di storage, utilizzando le tecnologie di storage software-defined per l’automazione e il pooling della capacità.

Su questo versante HP ha annunciato il potenziamento del suo programma di partnership con Nitro aprendolo ai distributori di tutto il mondo, a partire da Arrow Electronics negli Stati Uniti. Gli ultimi miglioramenti al programma, lanciato in origine con Intel per fornire ai clienti una licenza VSA HP StoreVirtual da 1 TB a costo zero, mirano a fornire ai rivenditori strumenti di formazione e materiali per il cliente che permettano la promozione delle tecnologie HP StoreVirtual come una pietra miliare del data center software-defined.