Con un nuovo set integrato di servizi basati su Azure, Microsoft punta a facilitare il processo di sviluppo di applicazioni destinate al cloud. Omar Khan, direttore partner del programma di gestione di Microsoft, ha dichiarato di sentire ormai sempre più spesso da parte degli sviluppatori il bisogno di una maggiore semplicità, in modo da superare gli ostacoli che nascono quando si devono sviluppare applicazioni per numerosi dispositivi e piattaforme diverse. Questa nuova proposta di Microsoft aggrega diversi servizi in un’unica esperienza di sviluppo.

Il nuovo Azure App Service potrebbe aiutare le aziende a realizzare applicazioni web o mobile capaci di connettersi a una grande varietà di risorse dati presenti nel cloud o nei sistemi IT interni. Il servizio si articola in quattro componenti che possono essere utilizzati singolarmente o insieme: Web Apps, Mobile Apps, Logic Apps e API Apps.

Secondo Al Hilwa, analista di IDC esperto in sviluppo software, questo è un grande passo avanti per Azure nel supportare gli sviluppatori, soprattutto a livello mobile e per quanto riguarda le API, aspetto quest’ultimo su cui gli sviluppatori e le aziende si stanno concentrando molto negli ultimi tempi.

Come suggerisce il nome stesso, Web Apps è un pacchetto progettato per realizzare applicazioni web. Prima conosciuto come Azure Webistes, Web Apps supporta .NET, Java, PHP, Python e altri popolari strumenti per la realizzazione di siti web. Per chi utilizza una programmazione DevOps, Web Apps può funzionare con strumenti di gestione del codice come GitHub, BitBucket e Visual Studio Online.

Il servizio si articola in quattro componenti che possono essere utilizzati singolarmente o insieme: Web Apps, Mobile Apps, Logic Apps e API Apps

Il pacchetto Mobile Apps è invece mirato a realizzare applicazioni mobile native per dispositivi Windows, Apple e Android. Funziona con tecnologie di sviluppo cross-platform come Xamarin e Cordova. Azure può farsi carico di operazioni standard in ambito mobile come le notifiche push, la gestione dello storage, la sincronizzazione e l’autenticazione.

Logic Apps punta ad aiutare gli sviluppatori ad automatizzare i processi operativi su diverse applicazioni cloud e in-house. Questo servizio è basato su BizTalk di Microsoft, una piattaforma per l’integrazione di applicazioni aziendali.

API Apps è invece progettato per offrire un modo semplice e veloce per creare API basate sul cloud rivolte ad applicazioni di terze parti. Questo pacchetto inoltre semplifica il processo di incorporamento di app di terze parti in applicazioni web e mobile, oltre a fornire un supporto integrato per connettersi con strumenti software aziendali come SAP e Siebel.

Al momento solo Web Apps è stata resa disponibile, mentre gli altri servizi saranno rilasciati nel corso dell’anno e il costo si baserà su una tariffa al minuto. Ricordiamo inoltre che sempre questa settimana Microsoft ha rilasciato un nuovo SDK per gli sviluppatori interessati a Windows 10.