Microsoft ha annunciato alcune ore fa importanti novità a favore dello sviluppo e dell’innovazione e rafforzato l’impegno per la crescita di organizzazioni non profit, di progetti di ricerca e di iniziative di connettività a beneficio di comunità finora poco raggiunte dalla digitalizzazione.

Nel corso del World Economic Forum in svolgimento a Davos, il CEO di Microsoft Satya Nadella ha infatti dichiarato che la sua compagnia sta offrendo nuove opportunità a tantissime organizzazioni non profit di tutto il mondo tramite una donazione di servizi di cloud computing, la tecnologia più importante ed innovativa della nostra generazione. In virtù di questo annuncio, più di 70.000 organizzazioni avranno accesso a una tecnologia che le aiuterà a superare le sfide più decisive, generando nuova crescita in maniera equa.

Scendendo più nel dettaglio, nell’ambito del programma Microsoft Philantrophies il colosso di Redmond, che in Italia ha donato tecnologia a 2294 organizzazioni non profit, ha oggi comunicato la partenza di tre nuove iniziative.

– 1 miliardo di dollari di donazioni in risorse cloud computing per le NGO, includendo le tecnologie più innovative come Microsoft Azure, Enterprise Mobility Suite, Customer Relationship Management Online e Power BI, tutte dirette alle organizzazioni non profit. Tramite questa iniziativa, Microsoft vuole raggiungere nei prossimi tre anni oltre 70,000 organizzazioni in tutto il mondo, offrendo loro la possibilità di beneficiare di tutta la potenza del cloud per poter gestire le loro attività e progetti.

L’estensione del programma Microsoft Azure for Research, che garantisce risorse gratuite di storage e computing sulla piattaforma Azure per accelerare i progetti di ricerca delle Università.

Lo sviluppo di iniziative che uniscono la connettività alla rete e i servizi cloud in alcune comunità svantaggiate di tutto il mondo. In particolare l’obiettivo è di supportare 20 progetti in 15 Paesi entro la metà del 2017.