Il virtual private cloud di Seeweb: governance e semplicità di gestione

La spinta alla trasformazione digitale, accelerata dai cambiamenti richiesti per far fronte alle nuove esigenze del mondo post Covid-19, sta moltiplicando i progetti in capo alla funzione IT.

Con le sue caratteristiche di scalabilità, flessibilità e agilità nel rendere disponibili nuove risorse, il cloud è uno strumento ormai indispensabile, ma non per tutte le aziende allo stesso modo.

Il cloud pubblico potrebbe non offrire le garanzie di sicurezza richieste dalla compliance normativa, mentre la creazione di un cloud privato on premises potrebbe essere onerosa per lo staff IT e per gli investimenti necessari a garantire sicurezza e continuità di servizi e per i consumi energetici.

ADV
Webinar IVA spese di viaggio

Resilienza del business: le priorità digitali delle medie imprese italiane nel 2021

Come si stanno muovendo i tuoi concorrenti per affrontare le sfide poste dai nuovi modelli organizzativi del lavoro? Questo white paper di IDC indica le priorità di spesa delle PMI su tre filoni: remote working, sicurezza e protezione dei dati. SCARICA IL WHITE PAPER >>

Un cloud privato virtuale può essere la soluzione giusta per garantire compliance e sicurezza da un lato, e semplicità nella gestione operativa dall’altro. Ne parliamo con Diego Alessandri, Channel Sales Manager di Seeweb, e con Daniele Vona, Responsabile Presales e Cloud Architect di Seeweb.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!