Oramai il cloud è entrato nella normalità della gran parte delle aziende per i vantaggi indiscussi che offre. Ma non c’è una sola forma di cloud. Se il cloud pubblico eccelle nelle capacità di elaborazione e nella flessibilità per le applicazioni rivolte al cliente, il cloud privato è superiore in altri ambiti come per esempio la sicurezza, con il risultato che nessuno dei due sostituirà l’altro nel breve termine.

Avere un’infrastruttura on-premise presenta vantaggi importanti, come ad esempio la privacy. Anche con le misure di sicurezza all’avanguardia che i server del cloud pubblico impiegano, le imprese hanno ancora qualche timore a memorizzare i dati più sensibili su server archiviati fuori sede.

Anche il vantaggio più evidente del cloud pubblico – l’accesso in movimento ai dati – viene messo in discussione da servizi che aiutano il cloud privato a replicare le prestazioni del cloud pubblico. Per esempio, Synology ha prodotti che rendono facile abilitare l’accesso remoto, la condivisione dei file e la sincronizzazione tra siti o tra dispositivi per imitare le migliori caratteristiche del cloud pubblico in un ambiente di cloud privato.

ADV
Siemens Industria 4.0

Industria 4.0: una guida per integrare funzione IT e reparti di produzione

Riuscire a far parlare tra loro sistemi e apparati dei mondi IT e OT è la chiave per sbloccare la trasformazione digitale nell’industria. Per farlo, è necessario cominciare a far parlare tra loro le persone di questi due domini di competenza. Scopri di più >

Considerando che viviamo in un mondo in cui sono presenti entrambe le forme di cloud, perché scegliere tra cloud pubblico e privato quando esistono strumenti che consentono di operare un ibrido dei due?

Hybrid Share di Synology fornisce una soluzione flessibile e conveniente per fondere l’archiviazione on-prem con quella nel cloud. Consente agli utenti di espandere i loro array on-prem con l’archiviazione cloud on-demand in qualsiasi momento, sincronizzare rapidamente i dati su più siti sfruttando la larghezza di banda di tali siti e memorizzare localmente nella cache i dati cloud scaricati di frequente per un accesso più rapido.

Il cloud pubblico gioca così un ruolo come parte di un protocollo di backup dei dati, insieme a una soluzione on site che offre una barriera di sicurezza aggiuntiva. Con Synology, è possibile eseguire il backup dei dati grazie al servizio cloud C2 Backup. Il software agisce anche in modo intelligente per consentire, ad esempio, di specificare quali file vengono sottoposti a backup sul cloud pubblico al fine di garantire che i dati più sensibili siano protetti e non migrati accidentalmente.

Alla fine, il dibattito tra cloud privato e pubblico non è importante. Possiamo essere d’accordo sul fatto che il cloud privato e quello pubblico hanno ciascuno la propria serie di vantaggi. Ci sono però molti scenari in cui la combinazione dei due fornirà la soluzione ottimale.

Ciò che conta è trovare una soluzione che soddisfi le esigenze individuali ed è importante sottolineare che non c’è un approccio unico quando si tratta di protezione dei dati.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!