Servizi di cloud pubblico: nel 2020 sarà boom

Secondo Gartner il mercato mondiale dei servizi di cloud pubblico crescerà del 17% nel 2020 per un totale di 266,4 miliardi di dollari.

casb

Gartner prevede che il mercato mondiale dei servizi di cloud pubblico crescerà del 17% nel 2020 per un totale di 266,4 miliardi di dollari, rispetto ai 227,8 miliardi di quest’anno.

“In questo momento l’adozione del cloud è mainstream” ha dichiarato Sid Nag, vicepresidente della ricerca presso Gartner. “Pertanto, anche le aspettative degli esiti associati agli investimenti nel cloud sono più elevate. L’adozione di soluzioni di prossima generazione sono quasi sempre soluzioni ottimizzate per il cloud, il che significa che si basano sui punti di forza di una piattaforma cloud per offrire capacità di business digitali”.

Il software come servizio (SaaS) rimarrà il più grande segmento di mercato e dovrebbe aumentare a 116 miliardi di dollari l’anno prossimo a causa della scalabilità del software basato su abbonamento. Il secondo segmento di mercato più grande è rappresentato dai servizi di infrastruttura del sistema cloud, o infrastruttura come servizio (IaaS), che raggiungerà i 50 miliardi di dollari nel 2020. Si prevede che il segmento IaaS crescerà del 24% anno su anno, il tasso di crescita più elevato in tutti i segmenti di mercato. Questa crescita è attribuita alle esigenze delle applicazioni e dei carichi di lavoro moderni, che richiedono infrastrutture che i data center tradizionali non sono in grado di soddisfare.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Varie forme di cloud computing sono tra le prime tre aree in cui la maggior parte dei CIO globali aumenterà il loro investimento il prossimo anno. Man mano che le organizzazioni aumentano la loro dipendenza dalle tecnologie cloud, i team IT si affrettano ad abbracciare applicazioni cloud-based e trasferire risorse digitali esistenti. “La costruzione, l’implementazione e la maturazione delle strategie cloud continueranno ad essere una priorità assoluta per gli anni a venire”, ha affermato Nag.

Il panorama dei servizi gestiti su cloud sta intanto diventando sempre più sofisticato e competitivo. “In effetti, entro il 2022, fino al 60% delle organizzazioni utilizzerà l’offerta di servizi gestiti cloud di un fornitore di servizi esterno, che è il doppio della percentuale di organizzazioni rispetto al 2018”, ha affermato Nag. “Le capacità native del cloud, i servizi applicativi, il multicloud e il cloud ibrido comprendono un ecosistema diversificato che costituirà un importante fattore di differenziazione per i responsabili dei prodotti tecnologici”.