google machine learning

Google ha annunciato che è il primo fornitore di cloud pubblico a offrire l’ultima versione dei chip Intel, nome in codice Skylake. La notizia arriva pochi mesi dopo che Google e Intel hanno annunciato una partnership per la progettazione di nuovi processori per la piattaforma cloud dell’azienda.

Skylake include le Intel Advanced Vector Extensions (AVX-512), che lo rende ideale per modellazione scientifica, ricerca genomica, rendering 3D, analisi dei dati e simulazioni ingegneristiche”, scrive in un post Urs Holzle, Senior Vice President dell’infrastruttura cloud di Google. “Rispetto alle generazioni precedenti, AVX-512 di Skylake raddoppia le prestazioni in virgola mobile per i calcoli più pesanti”. Holzle ha osservato che i processori migliorano le prestazioni delle applicazioni fino al 30%.

Charles King, analista di Pund-IT, sottolinea l’importanza di questo annuncio per diversi aspetti. “In termini pratici, (la notizia) significa che Google avrà accesso a una tecnologia che gli offre un notevole vantaggio competitivo su tutti i suoi rivali – AWS, ma anche Microsoft Azure, IBM Cloud e coloro che dipendono da server diretti ODM per popolare le loro infrastrutture cloud”.

Anche le nuove funzionalità di Skylake sono considerevoli. “La natura dei miglioramenti in Intel Skylake, tra cui le estensioni AVX-512, significano che Google avrà un vantaggio sulle offerte per i clienti con progetti e carichi di lavoro ad alta intensità”, ha commentato King.

I fornitori di cloud pubblico come Google, Amazon e Microsoft sono alcuni tra i più grandi acquirenti dei nuovi chip di Intel. Con il rallentamento delle vendite di PC, Intel vede grandi opportunità nella fornitura di chip che rispondono alle sempre crescenti esigenze di calcolo dei fornitori cloud. Intel ha anche una forte collaborazione con Amazon Web Services, leader nel cloud pubblico IaaS. Il fatto che Google sia il primo provider che utilizza i processori è in qualche modo una vittoria su AWS.

Google e Intel hanno una collaborazione tecnica di lunga data finalizzata all’innovazione del data center“, ha dichiarato Diane Bryant, vice presidente e direttore generale del Data Center Group di Intel. “Questa tecnologia offre miglioramenti significativi per carichi di lavoro intensivi, accelerando in modo efficiente l’analisi di dati da cui dipendono le operazioni e la crescita delle imprese”.

Google non ha rivelato informazioni sui prezzi per le macchine virtuali che eseguono Skylake o su come saranno implementate, ma ha dichiarato che i processori Skylake sono disponibili in cinque regioni GCP, tra le quali l’Europa Occidentale.

 

WHITEPAPER GRATUITI