Fornitori cloud: le prestazioni dei Big 5, da AWS a IBM

ThousandEyes ha analizzato le performance dei principali fornitori cloud: Amazon, Microsoft, Google, Alibaba e IBM. Non tutti offrono le stesse prestazioni in tutte le regioni

fornitori cloud

Non tutti i fornitori cloud sono sugli stessi livelli, se guardiamo alle performance di rete, e le differenze si accentuano tra regione e regione. È la conclusione di un’analisi di ThousandEyes sui cinque colossi del mercato: Amazon Web Services (AWS), Microsoft Azure, Google Cloud, Alibaba Cloud e IBM Cloud.

adv
Investimenti Oracle NetSuite

Prendere decisioni strategiche informate grazie a Business Intelligence e Analytics

Una piattaforma di BI e Analytics deve offrire ai decision maker tutti gli strumenti necessari per migliorare l'efficienza e individuare nuove opportunità prima della concorrenza. Presentiamo una serie di preziose risorse e ricerche in Pdf per approfondire questo argomento da un punto di vista tecnico e strategico. SCARICA LE GUIDE >>

Ciascuno loro ha infatti un approccio diverso alla connettività, il che causa discrepanze geografiche nelle prestazioni e nella prevedibilità della rete. Poiché sempre più aziende prendono in considerazione il passaggio al cloud, in particolare per quanto riguarda le reti wide-area software defined (SD-WAN) e il multi-cloud, è importante capire cosa offra a livello di prestazioni ogni fornitore di servizi di cloud pubblico.

Nel 2018 ThousandEyes aveva condotto per la prima volta uno studio di riferimento sulla valutazione di tre principali fornitori di cloud pubblico: Amazon Web Services (AWS), Microsoft Azure (Azure) e Google Cloud Platform (GCP). Lo studio ha raccolto dati sulle prestazioni della rete e sull’architettura di connettività per guidare le aziende nella fase di pianificazione.

Lo studio di quest’anno offre una visione più completa della concorrenza, con altri due fornitori cloud aggiunti all’elenco: Alibaba Cloud e IBM Cloud. Il nuovo report confronta i dati del 2018 e del 2019 per mostrare i cambiamenti avvenuti in un anno.

ThousandEyes ha raccolto periodicamente metriche sulle prestazioni della rete bidirezionale come latenza, perdita di pacchetti e jitter da data center globali di tutti e cinque i fornitori di cloud pubblico per un periodo di quattro settimane. Inoltre, lo studio ha esaminato le prestazioni di rete dei principali provider di servizi Internet a banda larga (ISP) statunitensi tra cui AT&T, Verizon, Comcast, CenturyLink, Cox e Charter. Ecco i risultati.

Incoerenze tra i 5 mega fornitori cloud

Nel suo studio dello scorso anno ThousandEyes rivelava che alcuni fornitori di servizi cloud facevano molto affidamento sull’Internet pubblico per trasportare il traffico degli utenti, mentre altri no. Nello studio di quest’anno i fornitori cloud hanno generalmente mostrato prestazioni simili nella latenza della rete bidirezionale.

Tuttavia, ThousandEyes ha riscontrato che le differenze di architettura e connettività hanno un grande impatto sul modo in cui il traffico viaggia tra utenti e determinate aree di cloud hosting. AWS e Alibaba si affidano principalmente a Internet per trasportare il traffico degli utenti. Azure e GCP usano le loro reti backbone private. IBM è invece diversa dalle altre e adotta un approccio ibrido.

ThousandEyes ha inoltre testato AWS Global Accelerator per capire se abbia davvero prestazioni migliori. AWS Global Accelerator è stato lanciato a novembre 2018 per offrire agli utenti la possibilità di utilizzare la rete di backbone privata AWS a pagamento anziché quella pubblica di Internet pubblica di default. Sebbene le prestazioni siano migliorate in alcune regioni del mondo, ci sono stati altri casi in cui Internet era più veloce e più affidabile di AWS Global Accelerator.

Anche gli ISP a banda larga che le aziende utilizzano per connettersi a ciascun cloud hanno mostrato incoerenze, persino in un mercato maturo come quello degli Stati Uniti. Dopo aver valutato le prestazioni della rete dai sei ISP statunitensi, sono stati registrati risultati di routing non ottimali, con in alcuni casi fino a 10 volte la latenza di rete prevista.

cloud pubblico

Posizione, posizione, posizione

I fornitori cloud normalmente subiscono la perdita di pacchetti quando attraversano il firewall cinese per il filtro dei contenuti, anche quelli della stessa regione come Alibaba. Lo studio del 2019 ha esaminato da vicino i fornitori cloud a pagamento in Cina, che presenta una geografia notoriamente stimolante per le aziende online. Per quelli con clienti in Cina ThousandEyes raccomanda Hong Kong come area di hosting, poiché il traffico Alibaba Cloud ha subito la perdita di pacchetti minima; seguono Azure e IBM.

In altre parti del mondo l’America Latina e l’Asia hanno mostrato le variazioni di prestazioni più elevate per tutti i fornitori cloud. Ad esempio, la latenza della rete è stata sei volte superiore da Rio de Janeiro alla regione di hosting di San Paolo di GCP a causa di un percorso inverso non ottimale, rispetto ad altri provider. Ma in tutto il Nord America e l’Europa occidentale tutti e cinque i fornitori cloud hanno dimostrato prestazioni di rete affidabili e comparabili.

I risultati dello studio confermano che la posizione è un fattore importante; pertanto, quando si seleziona un fornitore di cloud pubblico, è necessario prendere in considerazione i dati sulle prestazioni degli utenti nella regione di hosting.

Connettività multi-cloud

Nel 2018, ThousandEyes ha scoperto un’ampia connettività tra le reti backbone di AWS, GCP e Azure. Una scoperta interessante nello studio di quest’anno mostra che la connettività multi-cloud è diventata irregolare quando IBM e Alibaba Cloud sono stati aggiunti all’elenco.

ThousandEyes ha infatti scoperto che IBM e Alibaba Cloud non dispongono di una connettività diretta e consolidata con altri fornitori cloud. Questo perché in genere usano gli ISP per connettere i loro cloud ad altri provider. AWS, Azure e GCP, d’altra parte, si confrontano direttamente tra loro e non richiedono ISP di terze parti per le comunicazioni multi-cloud.

Con le iniziative multi-cloud in aumento, le prestazioni della rete dovrebbero essere incluse come metrica nella valutazione della connettività multi-cloud, poiché sembra essere incoerente tra provider e confini geografici.

Il benchmark globale delle prestazioni di ThousandEyes può servire da guida per le aziende per decidere quale fornitore di cloud pubblico soddisfa meglii meglio le loro esigenze. Le aziende che selezionano la connettività del cloud pubblico dovrebbero però considerare anche la natura imprevedibile di Internet e il modo in cui influisce sulle prestazioni, crea rischio e aumenta la complessità operativa. Le aziende dovrebbero quindi affrontare tali sfide raccogliendo la propria intelligence di rete caso per caso. Solo così potranno trarre pieno vantaggio da ciò che i fornitori cloud hanno da offrire.