Confermando il sempre maggiore interesse delle imprese il cloud, le vendite di hardware dedicato al cloud hanno raggiunto i 6,3 miliardi di dollari nel primo trimestre di quest’anno. Si tratta di una crescita del 25,1 per cento rispetto allo scorso anno, secondo i risultatidell’indagine Worldwide Quarterly Cloud IT Infrastructure Tracker condotta da IDC. Il segmento delle infrastrutture cloud ha segnato il secondo aumento più alto nelle entrate totali in cinque trimestri, e una crescita che continua a superare quella del mercato generale delle infrastrutture IT.

Mentre le vendite di apparecchiature per infrastrutture non legate ai servizi cloud sono cresciute del 6,1 per cento, le entrate legate alle infrastrutture per i servizi di cloud privato sono aumentate del 24,4 per cento, pari a un volume di 2,4 miliardi di dollari, mentre quelle relative ai servizi di cloud pubblico sono aumentate del 25,5 per cento, raggiungendo i 3,9 miliardi di dollari.

Forte la domanda di server, in particolare, che hanno registrato una crescita delle vendite di circa il 30 per cento per le applicazioni cloud. In aumento anche le vendite di sistemi di storage e switch Ethernet.

IDC ha sottolineato la crescita è avvenuta a livello globale, ad eccezione dell’Europa Centro-Orientale, probabilmente a causa dell’instabilità politica ed economica della regione.

Il leader di mercato è HP

Hewlett-Packard, che a maggio ha registrato un calo degli utili del 21 per cento rispetto allo scorso anno, ha dominato il mercato con una quota del 15,7 per cento, in crescita rispetto al 14,3 per cento dell’anno precedente. HP è seguita da Dell, Cisco Systems, EMC, NetApp e Lenovo.

IDC vendite cloud 1Q 2015Il fatturato di Lenovo è cresciuto del 770 per cento, in parte grazie alla sua acquisizione del business dei server x86 di IBM. L’affare da 2,1 miliardi di dollari, la cui chiusura è stata avviata a settembre 2014, comprende le linee System x di IBM, blade server e switch BladeCenter e Flex System, server e software NeXtScale e iDataPlex.

IBM, che ha mantenuto le linee mainframe System z, Power Systems, Storage Systems, i server Flex basati su Power, le appliance PureApplication e PureData, ha continuato a spingere sulle tecnologie cloud. Di recente IBM ha siglato una partnership con la società di storage online Box, per permettere ai propri utenti di applicare ai loro contenuti le tecnologie Watson Analytics.