EMC e VMware hanno annunciato la creazione di una nuova business unit per il cloud computing che venderà la tecnologia di entrambe le aziende e i prodotti di Virtustream. La società è stata acquisita da EMC per 1,2 miliardi di dollari all’inizio di quest’anno.

La mossa si inserisce nella riorganizzazione che seguirà all’acquisto di EMC da parte di Dell per 67 miliardi di dollari e consolida il ruolo centrale che Virtustream giocherà nella strategia di cloud ibrido delle due aziende.

La nuova business unit sarà partecipata in parti uguali da VMware e EMC, e opererà con il marchio Virtustream. Rodney Rogers, ex amministratore delegato di Virtustream, sarà a capo dell’unità. Le due società si aspettano di generare “centinaia di milioni di dollari di entrate nel 2016”.

La nuova business unit venderà tecnologie cloud di VMware, EMC e Virtustream. Prodotti specifici comprendono vCloud Air di VMware, i servizi VCE Managed Cloud, i servizi Storage IaaS di Virtustream e di EMC. Questi prodotti coprono una vasta gamma di casi d’uso di cloud ibrido, compresi i componenti per cloud privati on-premise e prodotti per cloud pubblici hosted e gestiti.

Virtustream integrerà questi asset per fornire ai clienti un’offerta unificata di infrastruttura-as-a-service, progettata per supportare l’intera gamma di carichi di lavoro, con un portafoglio di servizi che copre una gamma completa di servizi e opzioni di implementazione”, si legge nel comunicato stampa che annuncia l’accordo. “L’operazione integrerà ed estenderà le esistenti implementazioni di cloud privato di EMC Federation nel cloud pubblico, mantenendo continuità di esperienza per sviluppatori, manager e utenti finali“.

Prima di essere acquisita da EMC, Virtustream era specializzata nella migrazione di applicazioni aziendali complesse, come i flussi di lavoro SAP personalizzati in applicazioni basate su cloud.