IBM scorpora il business dei servizi gestiti per focalizzarsi sul cloud ibrido

IBM prevede di focalizzarsi su cloud ibrido, intelligenza artificiale, quantum computing e tecnologie mainframe e, per farlo, sta scorporando il suo gruppo Managed Infrastructure Services da 19 miliardi di dollari.

cloud ibrido

IBM non vuole trovare ostacoli sulla strada per diventare un grande fornitore di cloud ibrido e oggi ha eliminato uno di questi ostacoli scorporando l’unità Managed Infrastructure Services da 19 miliardi di dollari della sua divisione Global Technology Services.

La mossa crea un’azienda ancora senza nome, provvisoriamente soprannominata NewCo, che in realtà non verrà creata fino al 2021 e che diventerà rapidamente un grande provider di servizi di infrastruttura gestita. Impiegherà circa 90.000 dipendenti, avrà più di 4.600 clienti in 115 Paesi, tra cui oltre il 75% delle aziende Fortune 100, avrà un portafoglio ordini di 60 miliardi di dollari e più del doppio della grandezza dei suoi concorrenti più vicini (Accenture, Fujitsu e Huawei).

“Le esigenze di acquisto dei clienti per i servizi applicativi e infrastrutturali sono divergenti, mentre l’adozione della nostra piattaforma cloud ibrida sta accelerando. È il momento giusto per creare due società leader di mercato focalizzate su ciò che sanno fare meglio” ha affermato Arvind Krishna, CEO di IBM. “IBM vuole assolutamente concentrarsi su un’opportunità (come quella del cloud ibrido) che vale oggi un trilione di dollari”.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Krishna, che ha assunto il ruolo di CEO succedendo a Virginia Rometty in aprile, ha paragonato questa mossa alle precedenti grandi “dismissioni” di IBM, come la decisione di sbarazzarsi della sua attività di networking negli anni ’90 e di quella legata ai PC negli anni 2000 per concentrarsi su cose più grandi. In questo caso, la ”cosa più grande” è il cloud ibrido.

covid-19

“Il cloud ibrido e l’intelligenza artificiale stanno rapidamente diventando il luogo ideale del commercio, delle transazioni e, nel tempo, dell’informatica stessa. Oggi i servizi rappresentano oltre il 60% delle nostre entrate. Quando NewCo diventerà una società indipendente, il nostro portafoglio di software e soluzioni rappresenterà la maggior parte delle nostre entrate”, ha affermato Krishna. “Un cambiamento significativo nel nostro modello di business”.

L’acquisizione di Red Hat per 34 miliardi di dollari nel 2019 ha consentito a IBM di costruire la sua piattaforma cloud ibrida che supporta il computing on-premise e in ambienti cloud privati e pubblici. “Si è trattato del primo passo importante per cogliere questa opportunità ed è stata la base per tutto ciò che è seguito”.

IBM ha effettuato una serie di cambiamenti importanti con la tecnologia di Red Hat. Il primo è stato il processo per unire la piattaforma OpenShift Container Platform basata su Kubernetes con oltre 100 prodotti IBM per supportare sicurezza, automazione e altre tecnologie chiave. OpenShift consente ai clienti aziendali di distribuire e gestire container su infrastrutture a scelta tra cui AWS, Microsoft Azure, Google Cloud Platform, Alibaba e IBM Cloud.

“I 34 miliardi di dollari spesi per l’acquisizione di Red Hat si sono dimostrati molto rapidamente un buon investimento, in quanto hanno generato una crescita a due cifre e reso l’azienda immediatamente più credibile come concorrente e contributore nello spazio del cloud ibrido. È qui che IBM deve mettere la stragrande maggioranza dei suoi investimenti se vuole soddisfare il mercato in cui si trova e fornire i tassi di crescita che il mercato desidera”, ha scritto l’analista di Futurum Daniel Newman.

Newman si aspetta che IBM si concentri su cloud ibrido, intelligenza artificiale, quantum computing, mainframe e consulenza per mantenere la sua attenzione sulla modernizzazione della rete aziendale, senza il peso del business dei servizi gestiti da 19 miliardi di dollari.