Cloud: 3 cose da aggiungere alla vostra lista di cose da fare nel 2022

Cloudops, sicurezza a più livelli e uno staff ben addestrato dovrebbero essere tutti elementi a cui prestare attenzione il prossimo anno per la vostra strategia cloud.

cloud

I budget in ottica cloud sono aumentati negli ultimi due anni. Sebbene la maggior parte veda la pandemia come la causa di questo rialzo, la realtà è che i soldi dell’IT si sono spostati sul cloud anche per ragioni pragmatiche, come la chiusura dei data center obsoleti e l’aggiornamento in chiave sicurezza.

Il mantra finora è stato “migrare, migrare, migrare”, prelevando set di applicazioni e dati dai sistemi tradizionali e spostandoli su uno o più cloud pubblici. Il carico di lavoro e la migrazione dei dati continueranno a essere gli ambiti in cui vengono spesi i soldi nel mondo del cloud computing. Ora stiamo assistendo anche all’introduzione di compiti più strategici. Ecco tre cose da aggiungere alla vostra lista di cose da fare per il 2022 in chiave cloud.

Concentratevi maggiormente sulle esigenze di cloudops

Alcune aziende hanno effettivamente costruito i propri sistemi cloud da zero pensando alle operazioni, ma per la maggior parte delle aziende è qualcosa da affrontare alla fine dei processi di migrazione o sviluppo di nuovi sistemi cloud.

ADV
HP Wolf Security

Il perimetro aziendale oggi passa dalla casa dei dipendenti

Metà dei dipendenti usa il PC anche per scopi personali e il 30% lascia che venga utilizzato da altri famigliari. La tua cybersecurity è pronta per le sfide del lavoro remoto? LEGGI TUTTO >>

Dovete fare due cose: in primo luogo, capire come dovrebbero funzionare le operazioni in dettaglio. Ciò significa scrivere manuali operativi o mettere in pratica qualsiasi approccio di pianificazione utilizziate. In secondo luogo, mettete in atto gli strumenti per cloudops: AIops, sicurezza, governance, operazioni di rete, ecc. Questo è in genere un mix di alcuni vecchi e molti nuovi strumenti.

Articolo Osservatorio cloud 2021 Polimi

Sicurezza a più livelli per i vostri sistemi basati su cloud

La maggior parte dei sistemi cloud pubblici sfrutta la sicurezza minima praticabile (MVS). In altre parole, le aziende sperano di farla franca con sistemi di sicurezza che soddisfino i requisiti minimi di sicurezza delle loro applicazioni e dati basati su cloud. L’MVS non è una cosa negativa, ma dovrebbero essere considerati anche altri livelli di sicurezza.

Mi vengono in mente i responsabili della sicurezza, soprattutto per le architetture più complesse come il multicloud. Questi possono rendere la gestione dell’identità, la crittografia e i sistemi di autenticazione più facili da usare e quindi più sicuri. Consideratelo come un centro di controllo principale per tutta la sicurezza cloud e talvolta anche quella non cloud.

Migliorate in modo formale e coerente le competenze del vostro team

Se pensate che la formazione cloud all’interno della vostra azienda sia una cosa sola, vi sbagliate di grosso. Durante la pandemia abbiamo imparato a cambiare radicalmente e in pochissimo tempo le nostre abitudine lavorative utilizzando risorse on-demand, certificazione di provider cloud e persino formazione sul lavoro strutturata in cui le persone potevano essere formate direttamente su Zoom. Tuttavia, ora che molte di queste competenze sono state acquisite, alcune aziende pensano che la formazione sia finita, almeno come sforzo strategico più ampio.

In realtà ora è il momento di capire il vostro approccio alla formazione delle competenze cloud. Quale piattaforma e provider saranno partner strategici? Imparerete anche che le abilità diventano datate e iniziano a verificarsi errori costosi. La formazione dovrebbe essere continua e in continua evoluzione in base alle esigenze dei team adibito al cloud.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!