GTT Communications ha annunciato che l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha rinnovato ed esteso il suo contratto di servizi di connettività cloud con GTT. ESA condivide i dati di osservazione della Terra provenienti dai suoi satelliti in orbita terrestre con partner istituzionali, scienziati, aziende e il pubblico. L’accesso ai suoi dati multi-missione viene fornito attraverso l’Hybrid Cloud di GTT, e comprende servizi professionali e di sicurezza che GTT fornisce a sostegno delle missioni attuali e future di ESA, così come di missioni selezionate di terzi.

Come spiega un comunicato, GTT offre a ESA vari servizi per collegare i suoi otto siti fisici e cloud in Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna e Svezia: Hybrid Cloud Infrastructure, servizi di Rete e di Sicurezza. La soluzione di GTT ospita più di 8 PB di dati raccolti dai satelliti multi-missione di ESA (missioni SMOS, Aeolus, Cryosat e Swarm), e permette l’interconnessione senza interruzioni tra diversi nodi cloud privati e il cloud pubblico. GTT fornisce anche servizi professionali per ESA, mettendo a disposizione ingegneri esperti di rete, sicurezza e cloud, security manager e service manager on-premises.

“I dati satellitari che raccogliamo e rendiamo disponibili attraverso i servizi di cloud networking di GTT vengono utilizzati in modi sempre più cruciali per monitorare il nostro pianeta e affrontare le sfide del cambiamento climatico e dei rischi geologici e ambientali”, afferma nel comunicato Damiano Guerrucci, Head of Earth Observation Common Services Section di ESA. “Lavoriamo a stretto contatto con GTT da più di un decennio, beneficiando dei suoi servizi di connettività e cloud sicuri e resilienti, che ci aiutano a migliorare sempre più il modo in cui condividiamo e gestiamo i nostri dati di osservazione della Terra”.

“Siamo orgogliosi di continuare a supportare la missione di osservazione della Terra dell’ESA”, commenta nella nota Tom Homer, President, Europe Division, GTT. “Quando abbiamo iniziato molti anni fa, abbiamo fornito all’ESA uno storage per soli 300 TB di dati satellitari. Oggi, GTT fornisce una piattaforma sicura di connettività e cloud ibrido che supporta l’uso scientifico, commerciale e pubblico di oltre 25 volte quella quantità di metadati, insieme a immagini incredibili del nostro pianeta in evoluzione”.