Le performance di Windows 10 sono uno degli aspetti più difficili da comprendere appieno al momento.

Testare il nuovo OS di Microsoft in arrivo il 29 luglio non è infatti semplice, visto che mettere le mani sulla versione RTM pressoché definitiva rilasciata nei giorni scorsi non è un affare per tutti.

Inoltre Microsoft è stata molto restia a rivelare cosa sia cambiato veramente sotto il cofano di Windows 10 e gli stessi partner hardware del colosso di Redmond non hanno potuto ancora rilasciare commenti a questo proposito.

L’unica cosa certa che sappiamo è che, con l’arrivo delle DirectX 12, Windows 10 promette performance grafiche (soprattutto con i videogiochi) di gran lunga superiori a quelle di Windows 8 e 8.1. Gli altri test effettuati su altri parametri prestazionali hanno però mostrato incrementi molto meno significativi.

Per questo articolo incentrato sui benchmark di Windows 10 ho utilizzato due laptop HP Spectre x360. Su uno ho installato la build 10240 di Windows 10 Home (la versione RTM di cui parlavo prima), mentre sull’altro c’è Windows 8.1 Home. A livello hardware i due laptop HP montano 8 GB di RAM LPDDR3, un SSD da 128 GB e un processore Intel Core i5-5200U, oltre ad avere lo stesso identico BIOS. Insomma, a parte i sistemi operativi i due laptop sono assolutamente identici.