Oggi ai CIO  è affidato il compito di aiutare i responsabili aziendali, i colleghi della C-suite e i consigli di amministrazione a comprendere il valore insito nelle nuove, e talvolta complesse, tecnologie. Per affrontare questa sfida “i leader IT devono articolare chiaramente il valore aziendale generato dalle soluzioni tecnologiche, piuttosto che concentrarsi sulla tecnologia”, afferma Jagjeet Gill, principal presso Deloitte Consulting.

Il CIO deve collaborare con altri leader funzionali in dipartimenti come vendite, finanza e operazioni per aiutare gli altri CXO e il consiglio di amministrazione a capire come le diverse soluzioni tecnologiche aiutano a guidare la crescita e le differenziazioni competitive, affrontare i rischi emergenti e migliorare le prestazioni operative”.

Secondo Gill, recenti ricerche indicano che i board aziendali esperti di tecnologia hanno prestazioni migliori rispetto alle loro controparti meno informate. Osserva che, in media, le aziende con persone con competenze tecnologiche nei loro consigli di amministrazione registrano una crescita dei ricavi maggiore del 5% in tre anni e una performance azionaria migliore dell’8% anno su anno.

Diventare un efficace comunicatore aziendale richiede conoscenza, impegno, pazienza e una notevole quantità di pratica. Ecco sette suggerimenti per iniziare.

1. Parlare come un leader di business

Parlare la lingua del business e avere una profonda comprensione delle esigenze aziendali aumenterà la credibilità e, per estensione, la fiducia”, afferma Mike Tweedie, responsabile della ricerca in ambito CIO presso Info-Tech Research Group. “Quando i leader aziendali iniziano a considerare i responsabili della tecnologia come veri partner, è più probabile che siano coinvolti e aperti al cambiamento e abbiano fiducia nella realizzazione dei risultati promessi”.

I giorni in cui i vertici aziendali consideravano l’IT solo un centro di costo sono ormai lontani. “Oggi, la tecnologia deve essere percepita come un partner di business e un agente di innovazione“, afferma Tweedie. “Ci si aspetta che i leader IT siano in grado di lavorare senza problemi tra i silos e di essere il fattore abilitante per tutte le linee di business, accelerando attivamente esperienze utente e cliente senza precedenti“.

2. Fare rete con i colleghi

Carter Busse, CIO presso il fornitore di piattaforme di automazione intelligente Workato, sottolinea l’importanza del networking con i colleghi di management. Ogni interazione offre l’opportunità di porre domande, ascoltare e condividere informazioni e insight. “In questo mondo remoto ci manca l’occasione della pausa caffè, ma organizzare riunioni bisettimanali con i miei colleghi mi aiuta a capire le loro priorità e mi permette di comunicare le conoscenze chiave“, afferma Busse. “Questi incontri aiutano anche a costruire la fiducia, elemento cruciale per il successo come CIO“.

La conoscenza comunicata ai colleghi del management dovrebbe essere in linea con la missione dell’azienda. “In qualità di CIO, dobbiamo prima condividere la nostra conoscenza del business, seguita da come le iniziative tecnologiche su cui sta lavorando il nostro team sono allineate con la missione aziendale“, afferma Busse. “È importante lavorare su un livello di comprensione condiviso per garantire che il messaggio arrivi“.

3. Consigliare e collaborare

Collaborate individualmente con i dirigenti chiave per sviluppare le conoscenze e la fiducia di cui avranno bisogno per comprendere le attuali sfide e opportunità IT dell’azienda. “Quindi collaborate per sviluppare un piano d’azione“, consiglia Suneet Dua, responsabile della crescita dei prodotti e della tecnologia presso la società di consulenza aziendale PwC.

Ogni leader aziendale ha una relazione diversa con la tecnologia e un diverso livello di conoscenza IT. La creazione di confronti personalizzati, specifici sia per l’azienda che per il ruolo del leader, aiuterà a sviluppare una C-suite più esperta di tecnologia, che può portare a un migliore supporto e all’adozione delle soluzioni IT proposte.

Prima di avviare un confronto tecnico, è importante considerare il punto di vista del destinatario. Quali sono gli obiettivi del suo dipartimento? Cosa lo preoccupa? In che modo la tecnologia o il problema si inseriscono nella strategia aziendale più ampia?

Dua ritiene che sia compito del CIO aiutare i leader aziendali a collegare i punti tra l’IT e le priorità dei loro dipartimenti al fine di raggiungere gli obiettivi aziendali in modo migliore e più efficiente. “Fornire ai leader aziendali KPI e risultati attesi aiuterà a sostanziare la necessità di miglioramenti IT e a sottolineare i vantaggi attesi, il che aiuterà a promuovere l’adozione delle soluzioni proposte“.

Qualsiasi condivisione delle conoscenze dovrebbe evidenziare come l’IT crei valore per l’intera azienda. “Per esempio, un confronto sull’automazione dovrebbe sottolineare come riduce il lavoro banale, consentendo ai dipendenti di lavorare su altre attività e migliorare la produttività complessiva“, afferma Dua. “I leader dovrebbero sempre capire il ‘perché’ dietro una determinata decisione o proposta tecnologica, dal momento che una conoscenza più approfondita può sia stimolare l’entusiasmo che, in ultima analisi, portare a un’adozione più rapida“.

4. Supportare l’attuale strategia aziendale

La conoscenza condivisa con i leader aziendali dovrebbe includere il modo in cui la tecnologia consente alla strategia aziendale di ottenere risultati in aree quali la crescita dei ricavi, il miglioramento dei margini e l’esperienza del cliente. “Spiegate come una pianificazione proattiva del budget può aiutare a prevenire i rischi aziendali nelle aree di scalabilità, affidabilità e prestazioni“, consiglia Gill di Deloitte.

Le spiegazioni di un CIO sulle soluzioni tecnologiche dovrebbero includere esempi di casi in cui le caratteristiche e le funzionalità abilitano i processi aziendali, oltre a delineare i KPI operativi che possono essere migliorati dalle soluzioni IT.

5. Incoraggiare la curiosità e il coinvolgimento

Poiché oggi la tecnologia svolge un ruolo critico nelle imprese, i CIO dovrebbero incoraggiare attivamente i dirigenti ad essere aperti all’acquisizione di conoscenze IT. “Allo stato attuale, molti leader aziendali non sono veramente interessati a comprendere la prospettiva del CIO o gli argomenti incentrati sulla tecnologia“, afferma Helena Nimmo, CIO dello sviluppatore di software Endava.

I CIO partono da una posizione di svantaggio quando discutono di problemi tecnici con i leader aziendali, dato che l’IT è, per molti responsabili aziendali, un territorio estraneo. Quando un CFO, per esempio, discute di “prezzi di trasferimento” durante una riunione, la maggior parte dei dirigenti potrebbe non conoscere tutte le sfumature tecniche dell’argomento, ma la maggior parte ha un’idea generale di cosa significhi e di come influisca sull’azienda.

Troppo spesso, lo stesso livello di comprensione non viene dimostrato quando i CIO usano termini tecnologici come ‘Agile’ o ‘on-premise’“, afferma Nimmo. “I CIO devono cogliere tutte le opportunità per spiegare il contesto e i risultati della tecnologia, poiché la tecnologia è sia un requisito che un fattore abilitante delle funzioni aziendali complessive“.

Ogni volta che un dirigente sembra riluttante ad approfondire argomenti tecnologici o respinge questioni complesse, Nimmo suggerisce di coinvolgere membri chiave del team IT per intervenire e sostenere la proposta del proprio leader. Queste persone possono svolgere un ruolo di influenza e di fiducia con il dirigente che si sente sfidato dalla tecnologia, aiutandolo a sentirsi più a suo agio con le questioni IT.

6. Focalizzare l’impatto sul business

I CIO che descrivono un’iniziativa proposta dovrebbero concentrarsi sull’impatto aziendale finale del progetto, più che sulla tecnologia in sé. “Spiegare i vantaggi di una tecnologia, nonché come utilizzarla, può aiutare i manager a comprendere l’importanza dei processi digitali in cui stanno investendo“, afferma Chris Bedi, CDIO presso il fornitore di servizi cloud ServiceNow.

Bedi sottolinea l’importanza di ancorare le strategie IT e il processo decisionale in termini di risultati in tempo reale. “Lavorare tenendo a mente obiettivi aziendali chiari e realizzabili garantisce il raggiungimento dei risultati desiderati“.

7. Sviluppare le proprie conoscenze di business

Proprio come i leader aziendali devono acquisire conoscenze IT, i CIO devono lavorare per diventare più esperti di business. “Affinché un CIO possa comunicare ed educare efficacemente i propri colleghi, deve anche possedere una chiara comprensione delle priorità aziendali e del modo in cui opera l’azienda“, afferma Gill. “Questa comprensione aiuterà il CIO a consigliare efficacemente i membri del consiglio e il management sulle tecnologie e le tendenze emergenti sul mercato”.

John Edwards