Slack aggiunge funzionalità di key management per gli utenti Enterprise Grid

Slack ha presentato nuove funzionalità per conquistare le aziende, tra cui Enterprise Key Management per crittografare i dati sensibili memorizzati nell’app di collaborazione

slack Enterprise Key Management

Slack ha annunciato nuove funzionalità di sicurezza, conformità e gestione, che puntano ad attirare un pubblico più ampio di utenti aziendali. Dal lancio del suo prodotto Enterprise Grid, lo scorso anno, la società, che ha recentemente raccolto 427 milioni di dollari in nuovi finanziamenti, si è impegnata in una strategia per conquistare le grandi imprese. Alla seconda edizione dell’evento Frontiers, che si è svolto la scorsa settimana a San Francisco, Slack ha annunciato diverse novità focalizzate sul mondo enterprise, tra cui l’acquisizione di Missions.ai, la nuova partnership con Atlassian e una panoramica sulla roadmap delle funzionalità che verranno aggiunte prossimamente.

Tra le nuove funzionalità c’è Enterprise Key Management (EKM), che permetterà ai clienti Enterprise Grid di avere il controllo delle chiavi utilizzate per crittografare e decrittografare i dati riservati archiviati in Slack, “inclusi messaggi, file e commenti“, ha dichiarato Ilan Frank, responsabile dei prodotti aziendali presso Slack, a Computerworld.

In sostanza, afferma la società, “EKM offre la sicurezza di una soluzione on-premise con i vantaggi di uno strumento cloud“.

Slack deve ancora confermare la data di lancio, ma è probabile che la funzione EKM sarà disponibile per i clienti di Enterprise Grid d entro la fine dell’anno.

EKM potrebbe attirare l’attenzione di un buon numero di aziende che non hanno ancora abbracciato la collaborazione nel cloud a causa dei vincoli di sicurezza e privacy”, ha commentato Raul Castanon-Martinez, analista senior presso 451 Research. “La nuova funzionalità potrebbe contribuire all’espansione di Slack in regioni e mercati verticali regolamentati in cui la società non ha raggiunto una forte presenza”.

Alan Lepofksy, vicepresidente e analista di Constellation Research, ha definito l’offerta EKM “molto importante” in un mercato altamente competitivo.

Per sostenere la concorrenza di Microsoft, Google e Cisco è necessario che Slack offra funzionalità di livello enterprise per sicurezza, scalabilità, conservazione dei dati, governance e conformità …“, ha affermato Lepofksy. “L’azienda ne è consapevole, e la sua roadmap include molte di queste funzionalità”.

La società ha inoltre annunciato aggiornamenti su altre funzionalità, tra cui controlli migliorati della gestione delle app, canali di soli annunci e formattazione dei messaggi.

Enterprise Grid offre una gestione centralizzata della chat su base aziendale e supporta fino a 500.000 utenti. A distanza di un anno dal lancio Enterprise Grid è stata implementata da 150 aziende in tutto il mondo. Il cliente più importante è IBM, che ha più di 110.000 utenti attivi quotidianamente, ma molti altri clienti Enterprise Grid hanno tra i 50.000 e i 100.000 utenti giornalieri. Tra i suoi clienti Slack conta Capital One, Target e Conde Nast.

La partnership con Atlassian

A maggio Slack aveva 8 milioni di utenti attivi ogni giorno, e il numero di utenti è destinato ad aumentare con la migrazione dagli strumenti di collaborazione HipChat e Stride di Atlassian. Ciò fa seguito a una partnership strategica tra le due società che ha portato alla cessazione dei due prodotti Atlassian: il fornitore di software australiano incoraggia ora la migrazione a Slack.

La partnership, annunciata a fine luglio, prevede una maggiore integrazione tra i prodotti delle due aziende; all’inizio di questa settimana Atlassian ha presentato una nuova app Confluence Cloud per Slack.

Grazie alla partnership, dopo la migrazione le due società saranno libere di investire nel proprio core business e di investire in integrazioni molto più profonde”, ha commentato Frank. “Oltre all’integrazione di Confluence in Slack, appena annunciata da Atlassian, ci saranno nuove e più profonde integrazioni con strumenti esistenti, come Jira Cloud e Jira on-premise”.