Quattro alternative gratuite a Microsoft Office

Microsoft Office è la suite di produttività più scelta dalle aziende, con l’eccezione di quelle che hanno optato per la G Suite di Google. Tuttavia i costi elevati e un numero crescente di funzioni non strettamente necessarie portano sempre più spesso i professionisti a cercare altre opzioni.

Attualmente sono disponibili diversi pacchetti software, completamente gratuiti, che sostituiscono con successo Microsoft Office. Qui presentiamo quattro suite open source e compatibili con i documenti di Microsoft Office, che consentono una semplice transizione verso il nuovo software.

Cosa considerare

scelta software produttivitàLa prima cosa da valutare nella ricerca di un’alternativa a Office è se offre sostituzioni valide per le applicazioni più utili, ovvero Word, Excel e PowerPoint.

È anche da considerare se sono compatibili con Microsoft Office, per poter condividere file in diversi formati.

Infine è importante valutare la disponibilità di strumenti di collaborazione: inviare per e-mail i documenti aggiornati tra colleghi dovrebbe essere – per fortuna – un ricordo del passato.

LibreOffice

libreofficeLibreOffice è una suite di produttività completa che include il word processor Writer, che può competere con Word, la funzione di fogli di calcolo Calc per sostituire Excel e la funzione di presentazione Impress. Offre inoltre applicazioni per la grafica e la gestione di database, oltre a un editor di formule.

LibreOffice offre funzionalità molto simili ad Apache OpenOffice, ma LibreOffice vanta un’interfaccia più attraente e user friendly.

Lo stato open source dell’applicazione indica che il software viene costantemente migliorato da una vasta community di volontari in merito alla stabilità e alle funzionalità che offre. È disponibile per Mac, Windows e Linux.

La suite è completamente gratuita sia per uso personale che professionale, tuttavia non è attualmente disponibile su dispositivi mobili.

OnlyOffice

onlyofficeOnlyOffice è stato lanciato nel 2015, e da allora ha conquistato oltre cinque milioni di utenti in tutto il mondo.

È un software open source che offre una suite di produttività completa con gestione di documenti e di progetti, CRM, calendario, posta e rete aziendale. Ciò elimina la necessità di aprire più applicazioni per gestire le attività.

Offre inoltre l’opportunità di creare un “ufficio in cloud”, utile per aziende con diverse sedi o senza un indirizzo fisico.

Calligra

calligraCalligra è una suite grafica basata sul toolkit Qt di KED, la community internazionale dedicata allo sviluppo di software open source.

La semplice suite di Calligra offre applicazioni di base, oltre ad alcune funzionalità extra per la gestione dei database, i diagrammi di flusso e la manipolazione delle immagini.

È progettata per l’uso su PC, smartphone e tablet, e questo è un punto di forza rispetto ad altre opzioni qui presentate.

Rispetto a LibreOffice, Calligra perde la gamma di funzionalità di progettazione e modifica dei documenti, ma offre una gamma più diversificata di applicazioni, come quelle per la gestione dei progetti e uno strumento per le mappe concettuali.

NeoOffice

neoofficeNeoOffice offre una suite per ufficio compatibile con il sistema operativo MacOS.

È il ramo commerciale basato su Java di Apache OpenOffice e LibreOffice. Le attuali versioni del software sono infatti basate su LibreOffice 4.4, che offre un solido foglio di calcolo, un word processor, un programma di grafica e un programma di presentazione.

Il codice sorgente del programma rimane gratuito, ma dal 2016 è possibile accedere al pacchetto software solo con l’acquisto di una licenza commerciale.

CIO
Con informazioni, approfondimenti ed eventi ad hoc, CIO Italia è una risorsa preziosa per tutti i leader delle strutture IT e i decisori delle strategie tecnologiche aziendali.