I migliori strumenti open source per il monitoraggio della rete

Mettere a confronto gli strumenti di monitoraggio

network1

Il monitoraggio della rete è un componente essenziale nell’assicurarsi che il vostro network stia funzionando correttamente. Abbiamo testato quattro strumenti open source (Cacti, Icinga, Zabbix e Observium) e abbiamo scoperto che tutti e quattro sono stati in grado di eseguire semplici incarichi, come la misurazione la banda e il controllo della disponibilità host. A parte questi aspetti basilari abbiamo però riscontrato alcune differenze in termini di funzionalità, granularità e opzioni di configurazione.

Zabbix

network2

Nel complesso Zabbix si è rivelato lo stumento migliore; è facile da installare ed è dotato di un’interfaccia intuitiva e di una granularità sufficiente a eseguire la maggior parte di operazioni di monitoraggio della rete. Zabbix è completamente open source, nel senso che non esiste una versione separata a pagamento. Ciò significa che il codice sorgente è aperto e disponibile, cosa che dovrebbe fare molto piacere alle piccole e grandi aziende. Anche se Zabbix non offre una versione commerciale a parte, i contratti per il supporto commerciali sono disponibili in cinque diversi livelli, che vanno da Bronze fino a Enterprise. Zabbix offre anche servizi a pagamento come integrazione, consulenza generale e soluzioni chiavi in mano.

Pro: Facile da installare; interfaccia utente pulita e intuitiva.
Contro: Le funzionalità di report ed esportazione potrebbero essere migliori.

Observium

network3

Observium è uno strumento a riga di comando basato su Linux con un’interfaccia di monitoraggio web-based. Rilasciato sotto licenza QPL Open Source, è al momento disponibile in versione 0.14 in un’edizione community (quella da noi testata) e in una professional. Observium utilizza il sistema RDtool (Round Robin Database Tool) per alcune funzionalità come lo stoccaggio buffer e offre strumenti per il riconoscimento di un’ampia varietà di dispositivi tra cui server, switch e stampanti.

Pro: Interfaccia gradevole e con funzionalità moderne; report su schermo efficace.
Contro: Non si possono aggiungere dispositivi solo tramite il loro indirizzo IP.

Icinga

network4

Icinga si è dimostrato il concorrente più serio di Zabbix nel corso dei nostri test, anche se alla fine la sua complessa configurazione ci ha fatto preferire Zabbix. Icinga si basa su un design modulare in cui si sceglie il server principale, l’interfaccia grafica preferita e i plug-in adibiti a diverse funzionalità (report, statistiche ecc.). Siamo riusciti a installare il server base con soli due comandi, ma anche se la documentazione online su Icinga è piuttosto ampia, avremmo preferito l’inclusione di una guida iniziale rapida per prendere meglio confidenza con il prodotto.

Pro: Interfaccia web moderna; molte funzionalità e opzioni di configurazione.
Contro: La configurazione può essere piuttosto complessa.

Cacti

Cacti è un’interfaccia web per la rappresentazione grafica di sistemi di monitoraggio. Si tratta di un frontend completo in PHP di RRDTool che memorizza tutte le sorgenti dati necessarie per creare grafici, gestisce la raccolta dei dati e popola il database MySQL con gli archivi round robin. Include anche la gestione dell’SNMP per chi è abituato a creare grafici sul traffico con MRTG e permette all’utente di visualizzare i grafici del medesimo apparato (carico di CPU) sia per le ultime 24 ore, sia per la settimana precedente o per altri specifici intervalli.

network 5

Pro: Facile da installare e gestire; funzionalità potenti; può essere installato anche su Windows.
Contro: Il manuale utente potrebbe essere migliore; manca di alcune funzionalità presenti invece in prodotti simili.

CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.