Il secondo report annuale Work Trend Index di Microsoft ha evidenziato una crescente disconnessione tra l’atteggiamento dei datori di lavoro e dei dipendenti nei confronti del lavoro ibrido, secondo un sondaggio condotto su 31.000 persone in 31 paesi e l’analisi dei dati degli utenti di Microsoft 365 e LinkedIn. Mentre infatti il 50% dei leader afferma che le proprie aziende stanno pianificando un ritorno al lavoro di persona a tempo pieno nel prossimo anno, la maggior parte dei dipendenti preferisce la flessibilità del lavoro da remoto e ibrido.

Una piccola maggioranza dei manager (54%) ha riconosciuto che la leadership delle proprie aziende non è in contatto con le aspettative dei dipendenti, con il 74% dei manager che afferma di non avere l’influenza o le risorse per guidare il cambiamento per i propri team. E il 43% dei leader afferma che costruire relazioni è la loro sfida più grande da quando i dipendenti lavorano in un ambiente ibrido o remoto.

“La sfida che attende ogni leader aziendale è comprendere il disallineamento e cercare di capire come allineare ciò che i dipendenti si aspettano e richiederanno, con la pressione che dovranno affrontare per ottenere risultati aziendali in questo ambiente molto difficile” ha dichiarato Jared Spataro, vicepresidente corporate per il lavoro moderno di Microsoft.

Il report ha anche rilevato che per il 38% dei dipendenti ibridi la più grande sfida è sapere quando e perché entrare in ufficio, ma solo il 28% dei leader ha stabilito accordi precisi per definire queste nuove norme. Il rapporto ha inoltre identificato cinque tendenze chiave del lavoro emerse dall’inizio della pandemia di COVID-19:

  • I manager spesso si sentono incastrati tra la leadership e le aspettative dei dipendenti
  • I leader devono assicurarsi che valga la pena recarsi in ufficio
  • Il lavoro flessibile non deve significare essere sempre attivi
  • Il capitale sociale appare diverso in un mondo ibrido
  • I dipendenti sono estremamente attenti a bilanciare il lavoro con la salute e il benessere.

Quest’ultimo punto è sottolineato dal fatto che, rispetto a prima della pandemia, il 53% degli intervistati sarebbe più propenso a dare la priorità alla propria salute e benessere rispetto al lavoro.

reskilling formazione

Aggiornamenti a Microsoft Teams

Microsoft ha anche identificato che il tempo medio di riunione per gli utenti di Teams è aumentato del 252% dall’inizio della pandemia e le chat inviate per persona ogni settimana sono aumentate del 32% e continuano a crescere. Anche la giornata lavorativa è aumentata in media di 46 minuti, con il lavoro fuori orario e il fine settimana rispettivamente del 28% e del 14%.

Con l’aumento della proliferazione del lavoro a distanza e ibrido, i leader aziendali dovranno ripensare sia gli spazi fisici, sia le norme culturali per rendere il tempo trascorso in ufficio degno del pendolarismo. Microsoft sta rispondendo a queste mutevoli abitudini di lavoro con una serie di aggiornamenti a Microsoft Teams per supportare ulteriormente i lavoratori ibridi.

Questi includono un aggiornamento di Outlook per consentire agli utenti di indicare se parteciperanno alle riunioni virtualmente o di persona quando rispondono. Il dispositivo complementare di Teams Rooms ora richiederà ai partecipanti di attivare il video del proprio laptop in modo che possano essere visti chiaramente dai partecipanti remoti, indipendentemente da dove si trovano nella stanza.

Una versione aggiornata di Microsoft Whiteboard sarà inoltre inclusa in Teams e porterà con sé più di 50 nuovi modelli, reazioni contestuali e la possibilità di aprire le bacheche esistenti e collaborare con colleghi esterni nelle riunioni di Teams. Inoltre, per colmare il divario tra gli spazi di lavoro digitali e fisici, Microsoft sta rilasciando un nuovo layout per Teams Rooms chiamato Front Row, che sposterà la galleria video all’altezza degli occhi nella parte inferiore dello schermo in modo che le persone nella sala riunioni possano vedere i colleghi remoti in un “faccia a faccia” più naturale.

Altre aggiunte a Teams includono:

  • Canali condivisi per Microsoft Teams Connect
  • Interpretazione linguistica dal vivo.
  • Teams Phone, che fornisce agli utenti un numero di telefono, indipendentemente dalla rete o dal dispositivo
  • L’introduzione di oltre 800 emoji 3D
  • Una libreria di ispirazione, che fornisce agli utenti l’accesso ai contenuti delle best practice di Harvard Business Review, Thrive e Microsoft, disponibile tramite l’app Viva Insights in Teams.

Oltre agli aggiornamenti di Teams, Microsoft ha infine lanciato una Smart Camera Surface Hub 2 basata sull’intelligenza artificiale, con una tecnologia di inquadratura automatica che si adatta dinamicamente alla vista della stanza e cambia inquadratura quando qualcuno esce, più persone entrano o un persona interagisce con il contenuto sul display. La maggior parte di queste funzionalità sarà disponibile a partire dal secondo trimestre del 2022, mentre la Smart Camera di Surface Hub 2 è già disponibile.