Intel Capital ha stabilito un programma di investimenti da 125 milioni di dollari destinati a start-up gestite da donne e minoranze sottorappresentate.

Il programma di investimenti integra l’iniziativa da 300 milioni di dollari, annunciata da Intel nel mese di gennaio, il cui obiettivo è portare più donne e minoranze sottorappresentate nella sua forza lavoro entro il 2020.

Intel ha scelto già quattro società per il primo turno di investimenti, per un totale di 16,7 milioni dollari. “Intel Capital sta valutando altre aziende in cui vuole investire”, ha dichiarato il CEO di Intel Brian Krzanich, nel corso di un webcast che si è tenuto nella giornata di ieri.

Sono poche le aziende di tecnologia fondate da donne e delle minoranze, e Intel Capital offrirà finanziamento e inserimento nel settore per supportare le aziende selezionate nel far crescere il loro business”, ha spiegato Lisa Lambert, managing director e vice presidente di Intel Capital.

Il fondo di investimenti “non è un’iniziativa sociale”, ha sottolineato Lambert. “Gli investimenti andranno alle aziende di alta qualità, i cui prodotti sono allineati con gli obiettivi di Intel”.

Le prime quattro società scelte sono Brit + Co, che vende apparecchiature hardware; CareCloud, che fornisce servizi cloud-based di documentazione sanitaria; Mark One, che produce una “tazza intelligente” che riconosce bevande e contenuti nutrizionali; Venafi, una società di sicurezza che fornisce strumenti per valutare, correggere e bloccare chiavi di e certificati.