I talenti IT di cui avete bisogno potrebbero essere già nel vostro team, ma non visibili. La ricerca di personale esistente con competenze trasferibili, abilità nascoste, attitudine all’apprendimento
e conoscenze nascoste può mettere in luce questi potenziali dipendenti.

Competenze trasferibili

Sono costituite da conoscenze, esperienze e abilità che rendono più facile l’apprendimento di nuove competenze. All’interno dell’IT ciò potrebbe significare trovare talenti che si occupino di programmazione, test, sicurezza informatica, operazioni, gestione di progetti e altre attività simili.

Per esempio, quando dovete ricoprire posizioni di sicurezza informatica, ci sono diversi posti in cui potete guardare, a seconda del ruolo specifico che state cercando. Ecco qualche esempio.

  • Un ruolo per aumentare la consapevolezza della sicurezza all’interno dell’organizzazione: potrebbe essere una persona nelle risorse umane specializzata in cultura organizzativa, o una persona del marketing specializzata nella scrittura di materiali di marketing. Entrambi questi professionisti comprendono come spostare il pensiero di una persona in una direzione specifica.
  • Un ruolo per monitorare le minacce alla sicurezza in arrivo o il rilevamento delle intrusioni: potrebbe essere una persona del team delle operazioni IT che attualmente esegue e monitora le operazioni batch di produzione giornaliere e notturne. Il personale delle operazioni IT ha la capacità sia di eseguire attività di monitoraggio, sia di comprendere l’infrastruttura e i processi IT dell’organizzazione.
  • Un ruolo per gestire la connettività dei server: potrebbe essere un architetto aziendale o un amministratore di sistema Linux/Windows. Entrambi hanno una conoscenza dei sistemi interni e l’esperienza tecnica per riconfigurare correttamente il modo in cui i server e altri dispositivi sono tecnicamente connessi.

Abilità nascoste

In sintesi, si tratta di set di competenze già esistenti all’interno del team IT, ma che non vengono utilizzate negli attuali ruoli lavorativi. Per esempio, potrebbe esserci qualcuno che lavora nel reparto contabilità che ha una laurea in matematica applicata. Questa persona potrebbe essere un candidato interno ideale per una posizione nell’analisi predittiva, nell’analisi dei big data o anche in ruoli correlati all’apprendimento automatico. Inoltre, potrebbe esserci un analista aziendale che ha lavorato come venditore all’inizio della sua carriera. Questa persona potrebbe essere il talento che state cercando  per implementare un nuovo sistema CRM basato su cloud, come Salesforce.

Attitudine all’apprendimento

Si tratta della capacità di una persona di apprendere una nuova abilità sulla base delle sue conoscenze precedenti e/o dell’attitudine intellettuale. Per esempio, diverse ricerche dimostrano che è più facile imparare una nuova lingua per una persona che parla due lingue, piuttosto che per una persona che ne parla solo una.

In un contesto IT, la logica dice che le persone che conoscono già uno o più linguaggi di programmazione possono impararne uno nuovo più facilmente e velocemente di una persona che non ha mai programmato. Dal punto di vista delle attitudini intellettuali molte persone, a causa di circostanze personali, non hanno avuto l’opportunità di studiare materie relative all’informatica, ma hanno un’elevata attitudine per la logica, i puzzle, la risoluzione di problemi e altri argomenti correlati quindi, se ne avessero la possibilità, potrebbero essere grandi professionisti IT.

Conoscenze nascoste

Come per le abilità, le conoscenze nascoste non sono tali perché le persone vogliono mantenerle segrete. Piuttosto, è perché non le usano o non sono rilevanti per il loro attuale ruolo lavorativo. La conoscenza nascosta potrebbe provenire da precedenti esperienze lavorative, hobby personali, istruzione formale, certificazioni relative a futuri obiettivi professionali, esperienze di vita.

Per esempio, se avete bisogno di un project manager o di uno scrum master, potrebbe esserci qualcuno nel vostro team con una certificazione PMP o Agile conseguita in precedenza e che vorrebbe tornare a un ruolo di leadership del progetto. In alternativa, potreste avere un membro del team che desidera passare alla sicurezza informatica e ha appena ricevuto una certificazione CISSP, CISA o altra certificazione specifica.

L’uso di queste tecniche per ricoprire posizioni IT aperte presenta molti vantaggi, sia per il team IT che per tutta l’azienda. Eccone qualcuno:

  • costi ridotti per coprire le posizioni aperte in un mercato di reclutamento difficile
  • maggiore probabilità che il dipendente si inserisca nella cultura aziendale, perché lavora già lì
  • maggiore fidelizzazione all’azienda, perché le persone si sentono apprezzate per l’intero insieme di competenze, non solo per le abilità utilizzate nel loro ruolo
  • maggiore attrazione di talenti, perché all’azienda sarà riconosciuta l’attenzione alla crescita della carriera incentrata sulle persone.

Eric P. Bloom

*Eric Bloom è il Direttore dell’IT Management and Leadership Institute, l’ente che gestisce le certificazioni ITMLP (IT Management and Leadership Professional) e ITMLE (IT Management and Leadership Executive) e offre consulenza su leadership IT, comunicazione interpersonale e formazione delle competenze di business