A dieci giorni dall’annuncio delle dimissioni di Dick Costolo, il consiglio di amministrazione di Twitter lancia un avvertimento agli aspiranti CEO del social network.

La commissione incaricata delle selezioni, infatti, fa sapere che prenderà in considerazione solo i candidati CEO “che sono in grado di impegnarsi a tempo pieno per Twitter”. Questa presa di posizione sembra voler escludere Jack Dorsey, co-fondatore della società, che ricopre il ruolo di CEO di Square e sarà CEO ad interim di Twitter dopo l’uscita di Costolo.

“Saranno presi in considerazione solo i candidati che sono in grado di impegnarsi a tempo pieno per Twitter”

Dorsey (nella foto) ha dichiarato che ha intenzione di rimanere alla guida di Square, di cui è co-fondatore, ma non ha esplicitamente escluso un’offerta per un posto permanente come CEO di Twitter. Ora il cda di Twitter ha messo in chiaro che deve lasciare Square, se ambisce alla guida di Twitter.

Leggi anche: Quattro sfide per il nuovo CEO di Twitter

Per quanto riguarda il processo di selezione, la commissione incaricata ha preso contatti con la società di executive search Spencer Stuart per valutare candidati interni ed esterni. Il Consiglio non ha fissato un termine per l’assunzione di un nuovo CEO, dicendo che la selezione ha “carattere di urgenza”, ma che ci vorrà un certo tempo per trovare la persona adatta al ruolo.

Chiunque ambisca a essere il numero uno di Twitter dovrà fare i conti con un aumento della pressione sulla società da parte di Wall Street. Gli investitori sono delusi dalle entrate e dalla lenta crescita di Twitter negli ultimi trimestri. Sebbene abbia superato da tempo la soglia dei 300 milioni di utenti unici attivi nel mese, i ricavi pubblicitari sono in calo per la prima volta dall’epoca della sua quotazione in borsa del 2003.