Le Line of Business sempre più decisive per le strategie di collaboration

Secondo un nuovo report di Dimension Data i responsabili delle Line of Business sono sempre più cruciali nella scelta delle tecnologie di collaboration da utilizzare.

Una nuova ricerca pubblicata oggi da Dimension Data rivela che i responsabili delle line of business di molte aziende stanno assumendo un maggior controllo sulla tecnologia necessaria a condurre il business. E quando si tratta di formulare una strategia di collaboration, l’89% ritiene che i responsabili delle line of business o altri direttivi non IT abbiano un nuovo ruolo nella definizione ed esecuzione della strategia di collaborazione aziendale, aumentando così la propria autorevolezza e influenza nelle scelte.

Il nuovo Connected Enterprise Report 2016 di Dimension Data è frutto di uno studio condotto su 900 partecipanti in 15 Paesi. Gli intervistati includono direttori IT, CIO, responsabili delle line of business all’interno di organizzazioni con più di 1.000 dipendenti.

Tradizionalmente la selezione, l’acquisto e l’implementazione della tecnologia di collaboration è stata ad appannaggio dell’IT. I dipartimenti IT, d’altra parte, possiedono la competenza tecnologica di sistemi e software e, in primis, il budget per acquistarli. Ma questo trend sta cambiando, anche se la maggior parte dei dipartimenti IT continua indubbiamente a svolgere un ruolo importante nel guidare le proprie aziende verso la collaboration.

Dei 900 partecipanti intervistati, il 60% delle aziende dichiara che i CIO e i direttori IT per le tecnologie di comunicazione sono i principali responsabili della realizzazione della strategia di collaborazione, così come i direttori IT che hanno in carico le applicazioni business tendono ad essere attivamente coinvolti. Questo evidenzia la natura sempre più software-centrica delle tecnologie di collaboration e il suo impatto sulle applicazioni business che non sono relative alla comunicazione o collaboration-centriche.

grafico

Circa sei su dieci dei responsabili delle linee di business sono però dotati di un budget proprio e indipendente da quello IT per acquistare la tecnologia di collaboration. All’interno di più della metà delle line of business esiste uno staff del dipartimento per implementare e supportare la tecnologia di collaboration. Inoltre, tra le aziende intervistate, il 24% sostiene che le line di business possono comprare e implementare le tecnologie di collaborazione senza l’approvazione e il coinvolgimento dei propri dipartimenti IT. In una certa misura, questo indica l’autonomia che i direttori delle line of business hanno per quanto concerne la scelta degli strumenti forniti ai propri dipendenti per collaborare tra di loro.

Ne esce uno scenario in cui i dipartimenti IT che vogliono esercitare un elevato controllo delle tecnologie di collaborazione in uso all’interno delle proprie organizzazioni si trovano di fronte a una situazione finora inedita. Tuttavia, secondo Dimension Data, ciò racchiude anche il potenziale beneficio di affidare velocemente lo strumento più appropriato sulla base delle effettive necessità.

I responsabili delle linee di business hanno infatti acquistato una maggiore familiarità delle modalità di interazione tra i dipendenti dei propri dipartimenti, così come con partner e clienti. Con questa conoscenza, possono identificare gli strumenti di collaborazione ideali che potrebbero migliorare i propri flussi di lavoro e implementarli in modo indipendente.