Gartner: maturità analytics bassa per 9 aziende su 10

Da un nuovo report di Gartner si scopre che la bassa maturità della BI limita fortemente i leader degli analytics che stanno tentando di modernizzare la business intelligence.

mercato analytics

Secondo un nuovo report di Gartner oltre l’87% delle organizzazioni mondali è classificato con una bassa Business Intelligence (BI) e con una modesta maturità di analisi dati. Questo crea un grande ostacolo per le organizzazioni che desiderano aumentare il valore delle proprie risorse dati e sfruttare le tecnologie di analisi emergenti come il machine learning.

Le organizzazioni con scarsa maturità in questo ambito rientrano nei livelli “base” o “opportunistica” del punteggio IT di Gartner per dati e analisi. Le organizzazioni a livello base dispongono di funzionalità di BI che sono in gran parte analisi basate su fogli di calcolo e su estratti da dati personali. In quelle a livello opportunistico le singole unità aziendali perseguono le proprie iniziative di analisi come progetti autonomi, privi di leadership e orientamento centrale.

“La bassa maturità della BI limita fortemente i leader degli analytics che stanno tentando di modernizzare la BI” ha affermato Melody Chien, analista senior di Gartner. “Inoltre, influisce negativamente su ogni parte del flusso di lavoro di analisi. Di conseguenza, i leader degli analytics possono fare fatica ad accelerare ed espandere l’uso delle moderne funzionalità di BI e delle nuove tecnologie “.

Secondo la Chien le organizzazioni con bassa maturità presentano caratteristiche specifiche che rallentano la diffusione delle capacità di BI. Queste includono l’infrastruttura IT primitiva o obsoleta, la collaborazione limitata tra IT e utenti aziendali, dati raramente collegati a risultati aziendali migliorati, funzionalità di BI principalmente basata sul reporting e colli di bottiglia causati dal team IT centrale che gestisce la creazione del contenuto e la preparazione del modello di dati.

“Le organizzazioni con bassa maturità possono imparare dal successo di organizzazioni più mature”, ha affermato la Chien. “Senza stravolgere chissà cosa e commettere gli stessi errori, i leader degli analytics nelle organizzazioni a bassa maturità possono sfruttare al meglio le loro attuali risorse per accelerare la moderna implementazione della BI e iniziare il percorso verso una maggiore maturità”.

Insight Technology

Secondo Gartner ci sono quattro passaggi che i leader di dati e analisi possono seguire nelle aree della strategia, delle persone, della governance e della tecnologia per far evolvere le capacità delle loro organizzazioni per un maggiore impatto sul business. Eccoli nel dettaglio.

1 – Sviluppare strategie olistiche di analisi con una visione chiara

Le organizzazioni con bassa maturità di BI spesso mostrano la mancanza di una visione chiara sui dati aziendali e sulle strategie di analisi. Le unità aziendali si impegnano in progetti di dati o di analisi singolarmente, il che si traduce in silos di dati e processi incoerenti. I leader in campo analytics dovrebbero invece coordinarsi con i responsabili IT e aziendali per sviluppare una strategia di BI olistica. Dovrebbero inoltre considerare la strategia come un processo continuo e dinamico, in modo tale da tenere conto di eventuali futuri cambiamenti aziendali o ambientali.

2 – Creare una struttura organizzativa flessibile

Le imprese devono avere persone, competenze e strutture chiave per promuovere e proteggere le competenze e sviluppare capacità. Devono anticipare le esigenze imminenti e garantire che competenze, ruoli e organizzazioni adeguati esistano, siano sviluppati o possano essere utilizzati per supportare il lavoro identificato nella strategia di dati e analisi. Con limitate capacità di analisi interne, si dovrebbe cercare un modello di lavoro flessibile creando “team BI virtuali” che includano leader e utenti delle business unit.

3 – Implementare un programma di governance dei dati

La maggior parte delle organizzazioni con bassa maturità di BI non ha un programma formale di governance dei dati. Potrebbero anche averci pensato e averne capito l’importanza, ma non sanno da dove cominciare. I leader degli analytics possono considerare la governance come “regole del gioco”. Queste regole possono supportare gli obiettivi aziendali e anche consentire all’organizzazione di bilanciare le opportunità e i rischi nell’ambiente digitale. La governance è anche una struttura che descrive i diritti decisionali e i modelli di autorità che devono essere imposti su dati e analisi.

4 – Creare piattaforme di analisi integrate

Le organizzazioni a bassa maturità hanno spesso infrastrutture IT primitive. Le loro piattaforme di BI sono più tradizionali e incentrate sui rapporti, incorporate nei sistemi ERP o semplici strumenti di reporting diversi che supportano usi limitati. Per migliorare la loro maturità di analisi, si dovrebbero prendere in considerazione piattaforme di analisi integrate che estendano la loro attuale infrastruttura per includere moderne tecnologie di analisi.