Gartner: come cambierà il rapporto uomo-macchina nei prossimi 10 anni

Gartner ha individuato le tecnologie emergenti che modificheranno il prossimo futuro dell’uomo e che i leader aziendali devono tenere sott'occhio

lavoro del futuro

La linea di demarcazione tra uomo e macchina è sempre più sottile, secondo Gartner, che ha analizzato 35 tecnologie emergenti che stanno modificando il nostro stile di vita. Nell’edizione 2018 dell’Hype Cycle for Emerging Technologies, rilasciata questo mese, Gartner individua cinque trend tecnologici che si stanno sviluppando e giungeranno alla loro maturità nei prossimi 5-10 anni, rendendo sempre più sfumata la separazione tra uomo e macchina.

Secondo gli analisti le tecnologie emergenti, come l’intelligenza artificiale (AI), svolgono un ruolo fondamentale nel consentire alle aziende di essere onnipresenti, sempre disponibili e connesse agli ecosistemi aziendali per sopravvivere nel prossimo futuro.

gartner tecnologie emergenti 2018

I leader aziendali e tecnologici continueranno ad affrontare un’innovazione tecnologica in rapida accelerazione, che avrà un impatto profondo sul modo in cui interagiscono con la forza lavoro, collaborano con i loro partner e creano prodotti e servizi per i loro clienti“, ha affermato Mike J. Walker, vice presidente della ricerca di Gartner. “I CIO e i leader tecnologici dovrebbero sempre analizzare il mercato e valutare e pilotare le tecnologie emergenti per identificare nuove opportunità di business con un alto potenziale di impatto e una rilevanza strategica per la loro attività”.

Ecco i cinque trend suggeriti da Gartner.

AI democratizzata

Secondo Gartner, nei prossimi dieci anni le tecnologie AI saranno presenti praticamente ovunque. Se da un lato queste tecnologie consentono agli early adopter di adattarsi a nuove situazioni e risolvere nuovi problemi, dall’altro queste tecnologie diventeranno presto disponibili a tutti. Movimenti e trend come il cloud computing, le comunità dei “maker” e l’open source stanno spingendo per rendere le tecnologie basate sull’intelligenza artificiale una risorsa alla portata di tutti: in questo senso Gartner parla di “AI democratizzata”.

Questo trend è reso possibile dalle seguenti tecnologie: piattaforme AI as-a-service (PaaS), intelligenza artificiale generale, guida autonoma (livelli 4 e 5), robot mobili autonomi, piattaforma AI conversazionale, reti neurali profonde, veicoli autonomi volanti, robot intelligenti, assistenti virtuali.

Ecosistemi digitalizzati

Le tecnologie emergenti comportano cambiamenti drastici nelle basi abilitanti che forniscono il volume di dati necessari, potenza di calcolo avanzata ed ecosistemi che consentono l’ubiquità. Il passaggio da una infrastruttura tecnica a compartimenti alle piattaforme che abilitano l’ecosistema digitale pone le basi per modelli di business completamente nuovi che, secondo gli analisti di Gartner, “stanno costituendo il ponte tra uomo e tecnologia”.

Questo trend è abilitato dalle seguenti tecnologie: blockchain, blockchain per la sicurezza dei dati, Digital Twin, piattaforme IoT e Knowledge Graph.

Biohacking fai-da-te

Nel prossimo decennio l’umanità entrerà nella sua era “transumana”, in cui la biologia potrà essere utilizzata in modo autonomo da singoli individui per rispondere alle proprie esigenze di salute, stile di vita, interessi. Nel biohacking rientrano quattro categorie: tecnologia aumentata, nutrigenomica, biologia sperimentale e “grinder biohacking”.

Quest’ultimo è un movimento emerso negli ultimi anni, i cui esponenti utilizzano diverse tecnologie per modificare il proprio corpo (per esempio impiantando chip sotto pelle); si tratta di procedure fai-da-te, sia nella teoria che nella pratica, sviluppate al di fuori della comunità scientifica. Questo filone, naturalmente, solleva domande su quanto la società sia disposta ad accettare questo tipo di applicazioni e sui problemi etici che pongono.

Questo trend è reso possibile dalle seguenti tecnologie: biochip, tessuti biotech o artificiali, interfacce cervello-computer, realtà aumentata, realtà mista e tessuti intelligenti.

Esperienze immersive “trasparenti”

La tecnologia sarà sempre più incentrata sull’uomo e, secondo gli analisti di Gartner, arriveremo al punto in cui non ci sarà soluzione di continuità tra persone, aziende e cose. Tecnologie ed esperienze immersive estendono e abilitano un nuovo stile di vita, di lavoro e in generale gli spazi in cui viviamo.

Questo trend è supportato dalle seguenti tecnologie: stampa 4D, Connected Home, Edge AI, sistemi self-healing, batterie agli anodi di silicio, Smart Dust, Smart Workspace e display volumetrici.

Infrastruttura onnipresente

L’avvento e la diffusione del cloud computing e delle sue numerose varianti hanno profondamente cambiato il ruolo dell’infrastruttura aziendale, abilitando un ambiente di elaborazione sempre disponibile e senza limiti.

Questo trend è supportato dalle seguenti tecnologie: 5G, nanotubi di carbonio, ASIC per reti neurali profonde, hardware neuromorfico e calcolo quantistico.

Le tecnologie che supportano l’infrastruttura onnipresente stanno per raggiungere il punto di picco, secondo gli analisti. In particolare 5G e ASIC per reti neurali profonde dovrebbero raggiungere la loro maturità nei prossimi due-cinque anni.

Sara Brunelli
Attiva nel settore della comunicazione dal 2003, mi sono specializzata nell’editoria B2B, seguendo in particolare lo sviluppo di nuove tecnologie e della robotica.