Dell ha annunciato oggi la disponibilità della release 13.1 di Statistica, la piattaforma di advanced analytics del colosso informatico americano che offre una gamma di funzionalità pensate per aiutare le aziende a meglio indirizzare i requisiti di analisi IoT e sfruttare al massimo gli ambienti di dati sempre più eterogenei.

Una novità che arriva sul mercato in un periodo in cui le analisi avanzate continuano a guadagnare terreno come strumento primario attraverso il quale le aziende comprendono e prevedono il comportamento dei clienti, ottimizzano e validano processi manifatturieri e di business critici e guidano l’innovazione per ottenere un vantaggio competitivo.

Secondo Gartner entro il 2018 oltre la metà delle grandi aziende competeranno avvalendosi di analisi evolute e algoritmi proprietari, causando sconvolgimenti in molti settori. Gartner prevede inoltre che entro il 2020 le analisi prescrittive e predittive attireranno il 40% degli investimenti in business intelligence e analytics delle imprese.

Statistica permette di implementare atomi analitici su qualunque dispositivo edge e gateway in qualunque parte del mondo

La nuova release 13.1 di Statistica offre nuove funzionalità pensate per soddisfare le esigenze di data scientist moderni. In tandem con i Reusable Process Template di Statistica è oggi più facile che mai condividere e distribuire workflow analitici con utenti non tecnici. Grazie a Statistica i data scientist tradizionali possono infatti realizzare modelli e workflow di analisi una volta e gli utenti business possono riutilizzarli più volte all’interno dell’azienda, eliminando la ridondanza e permettendo un uso più efficace dell’analisi per risolvere problemi di business reali.

Utilizzato in combinazione con Dell Boomi, Statistica offre inoltre agli utenti la possibilità di implementare atomi analitici su qualunque dispositivo edge e gateway in qualunque parte del mondo. Questa funzionalità permette alle aziende di indirizzare quasi tutti i casi d’uso IoT tramite workflow analitici direttamente alla periferia della rete dove i dati vengono creati. In questo modo non solo si eliminano gli sforzi e i costi legati allo streaming di enormi quantità di dati IoT verso un repository centrale, ma è possibile intraprendere azioni immediate sul punto d’impatto in risposta alle informazioni raccolte.

La nuova release estende le funzionalità Statistica Native Distributed Analytics Architecture (NDAA) per offrire analisi in-database a una gamma ancora più ampia di database. Oltre a Microsoft SQL Server, gli utenti Statistica possono ora effettuare analisi su Apache Hive (su Spark), MySQL, Oracle e Teradata. Statistica dispone infine di funzionalità analitiche di rete che permettono di combinare la potenza dell’analisi predittiva con l’esperienza umana, per individuare meglio le frodi e comprendere le relazioni all’interno di reti complesse.

WHITEPAPER GRATUITI