Dal 1800 a oggi: le più antiche aziende IT

    Un numero sorprendente di aziende di tecnologia sono state fondate nel 1800, e molte di esse esistono ancora

    time management

    Quando è iniziata l’era dell’informatica? I primi computer della storia sono lo Z1, il computer meccanico progettato dall’ingegnere tedesco Konrad Zuse nel 1937, e il Colossus, sviluppato in Gran Bretagna negli anni ’40 per decifrare i codici nazisti dal team di Alan Turing. Ma è possibile tornare ancora più indietro, verso la metà del 1800, al Difference Engine (macchina differenziale) di Charles Babbage. Anche se la costruzione della macchina differenziale non fu portata a termine, il Babbage Difference Engine è stato il primo esempio di computer.

    E a quando risalgono le prime aziende IT? L’Olivetti, che si è affermata a livello mondiale con le sue macchine per scrivere e poi, negli anni’60, con la Programma 101, fu fondata nel 1908. L’IBM affonda le sue radici nella Computing-Tabulating-Recording Company (CTR), nata nel 1911 come fusione di aziende operanti già dalla fine dell’800.

    Ma la Electric Telegraph Company, oggi conosciuta come BT, fu la prima società telegrafica pubblica al mondo e fu fondata nel 1846.

    adv

    Ecco una panoramica delle aziende IT che hanno iniziato la loro attività nel 1800. Molte di esse esistono ancora.

    1846 – BT

    Fondata nel Regno Unito nel 1846, la Electric Telegraph Company è stata la prima azienda pubblica di comunicazioni via telegrafo al mondo. Si unì alla International Telegraph Company un decennio dopo per diventare la “Electric and International Telegraph Company”. Insieme ad altre aziende di comunicazioni è stata inglobata dalla società britannica Post Office, per poi tornare a essere una società indipendente, negli anni ’70, con il nome British Telecom.

    Oggi BT offre servizi a banda larga, mobile e TV, una gamma di servizi IT gestiti e prodotti di networking.

    1847 – Siemens

    La società tedesca di produzione industriale Siemens ha iniziato la sua attività a Berlino come “Telegraphen-Bauanstalt von Siemens & Halsk”, producendo telegrafi elettrici. Oltre ad alcune delle prime linee telegrafiche, la Siemens & Halsk ha costruito la prima linea di tram elettrici al mondo, ha brevettato la dinamo e successivamente si è espansa in nuovi mercati come radio e TV. Oggi l’azienda ha oltre 300.000 dipendenti, un fatturato globale di oltre 83 miliardi di euro e offre una gamma completa di prodotti e software per l’automazione dei processi.

    1851 – Corning

    Anche se non è una società tecnologica in senso stretto la Corning – fondata nel 1851 a Somerville, nel Massachusetts, come “Bay State Glass Co.” – è la società che produce il Gorilla Glass, il vetro resistente utilizzato negli iPhone.

    1865 – Nokia

    Nokia, che oggi fornisce infrastrutture di telecomunicazione a livello globale e per un periodo ha avuto il predominio quasi totale del mercato della telefonia mobile, in origine era una segheria e cartiera nel sud della Finlandia. Da lì, Nokia ha ampliato l’attività nella fornitura di energia elettrica e produzione di gomma, e infine in apparecchiature radio.

    1869 – Cable & Wireless

    Tra i primi competitor di BT c’è la Cable & Wireless, nata dalle diverse società di servizi telegrafici fondate dall’imprenditore Sir John Pender. Come BT, dopo la seconda guerra mondiale è stata inglobata nel Post Office ed è tornata indipendente nei primi anni ’80 in seguito alle politiche di privatizzazione del primo ministro Margaret Thatcher.

    Il business globale di C & W è stato acquisito da Vodafone nel 2012, ma il ramo Cable & Wireless Communications continua a esistere e opera in piccoli mercati come sussidiaria di Liberty Global.

    1875 – Toshiba

    Originariamente fondata come Tanaka Seisakusho, prima di essere ribattezzata Shibaura Seisakusho e infine Toshiba dopo la fusione con Tokyo Denki (Tokyo Electric), la società iniziò producendo telegrafi e altre apparecchiature di comunicazione. Nel corso del 1900 l’azienda ha ampliato le sue attività entrando nei settori computer, telefoni cellulari, TV e video, semiconduttori, energia nucleare, assistenza sanitaria e altro ancora.

    1879 – GE

    Nata da una fusione tra la Thomson-Houston Electric Company e varie parti dell’impero commerciale di Thomas Edison, la General Electric (ora nota come GE) è un colosso oggi come lo era nell’ultima parte del XIX secolo. Delle 12 aziende originariamente quotate al Dow Jones, GE è l’unica ancora presente. Nel corso degli anni i suoi interessi commerciali hanno compreso energia, aerospaziale, trasporti, petrolio, sanità, servizi finanziari e altro ancora.

    GE ha avuto un ruolo importante nell’industria informatica degli anni ’60 e oggi opera nel settore industriale e nello spazio IoT con la sua piattaforma Predix.

    1892 – Kapsch

    La società austriaca Kapsch era originariamente conosciuta come Telefon- und Telegrafen-Fabriks-Aktiengesellschaft Kapsch & Söhne in Wien (“Società di produzione di telefoni e telegrafi Kapsch & figli a Vienna”) ed era specializzata in apparecchiature telegrafiche, conduttori e apparecchiature telefoniche. Oggi fornisce una gamma di prodotti e servizi per le telecomunicazioni, la telematica e l’elettronica industriale.

    1876 – Ericsson

    Fondata da Lars Magnus Ericsson, la società nacque come officina di riparazione di telegrafi a Stoccolma. Oggi il gigante delle telecomunicazioni svedese è una società multimiliardaria con quasi 100.000 dipendenti in tutto il mondo, che vende infrastrutture di rete, servizi gestiti di telecomunicazione e altro ancora.

    1885 – AT&T

    Fondata nel 1885 come American Telephone and Telegraph Company – ma strettamente legata alla Bell Telephone Company di Alexander Graham Bell del decennio precedente – AT & T è stata tra le più grandi compagnie telefoniche della prima metà del XX secolo, e ha ancora una larga fetta del mercato wireless. La compagnia ha attraversato vari smembramenti e fusioni nel corso degli anni.

    I suoi Bell Labs, ora di proprietà di Nokia, sono stati protagonisti di alcune delle più importanti pietre miliari della tecnologia, tra cui lo sviluppo dei transistor, del linguaggio C e del sistema operativo Unix.

    1885 – Ferranti

    Conosciuta per il suo lavoro nell’ingegneria e nelle apparecchiature elettriche, la Ferranti, fondata nel Regno Unito, è entrata nel mercato informatico negli anni ’40, circa 55 anni dopo la sua fondazione. Il Ferranti Mark 1 è noto come il primo computer elettronico general-purpose disponibile al grande pubblico.

    La società Ferranti ha chiuso nel 1993, ma continua a esistere la Ferranti Computer Systems, che fornisce infrastrutture IT come sussidiaria del gruppo olandese Nijkerk.

    1887 – Océ

    Fondata nei Paesi Bassi, Océ ha iniziato a produrre macchine per la colorazione di burro e margarina. Il suo fondatore, il chimico Lodewijk van der Grinten, affascinato dalla nascente cianografia, portò l’azienda ad entrare nel mercato della stampa e della copia negli anni ’10.

    Oggi Océ esiste come sussidiaria di Canon e offre soluzioni per la stampa e il flusso di lavori digitali.

    1888 – Kodak

    La società di imaging statunitense Kodak è stata una delle prime società di fotografia, vendendo macchine fotografiche, pellicole e prodotti chimici per lo sviluppo. L’azienda è sopravvissuta al passaggio alla fotografia digitale, è rimasta a galla durante il passaggio agli smartphone e oggi dà il proprio nome a telefoni, tablet, scanner digitali e (per motivi sconosciuti) uno strumento per il mining di criptovaluta.

    1889 – Nintendo

    Oggi Nintendo è un gigante del gaming noto come il creatore di GameBoy e Nintendo Switch. Nel lontano 1899, la compagnia produceva carte da gioco fatte a mano a Kyoto.

    1891 – Philips

    Philips è stata fondata in Olanda dal padre e figlio Frederik e Gerard Philips per realizzare lampade. Oggi la linea di prodotti dell’azienda non include solo luci e TV, ma si sta espandendo anche negli spazi smart-home e IoT.

    1895 – ÅF

    Fondata a Malmö, in Svezia, nel febbraio 1895, la Southern Swedish Steam Generator Association fu incaricata di controllare la sicurezza dei generatori di vapore. Oggi ÅF fornisce consulenza per l’adozione di nuove tecnologie nei settori energia, industria e infrastrutture.

    1895 – Anritsu

    Anche la compagnia giapponese Sekisan-sha fu fondata nel 1895. Nel 1903 cambiò il nome in Anritsu e produceva trasmettitori di comunicazione radio. Oggi fornisce analizzatori di telecomunicazioni, apparecchiature di test e dispositivi ottici.

    1898 – KUKA

    Il costruttore tedesco KUKA iniziò la sua attività come “Acetylenwerk für Beleuchtungen” ad Augusta nel 1899, sviluppando un sistema di illuminazione economica per case e strade. Da lì ha sviluppato sistemi automatici di saldatura negli anni ’50, i robot industriali FAMULUS degli anni ’70, e ora offre robot multiasse per ogni tipo di produzione.

    1899 – NEC

    Il conglomerato giapponese Nippon Electric Company (ora noto come NEC) è stato fondato nel 1899 e, come molte delle aziende qui citate, inizialmente produceva e vendeva telefoni e interruttori. Oggi produce componenti e dispositivi elettronici, oltre a fornire un’ampia gamma di servizi di rete e di telecomunicazione.

    1900 – NEP

    Con sede a Forest City, Pennsylvania, la North-Eastern Pennsylvania Telephone Company (NEP) è stata fondata nel 1900 e da allora opera nello Stato. Oggi offre pacchetti di connessione a Internet, servizi telefonici e simili. Un’azienda piccola, ma longeva.