Consigli su come sfruttare al meglio il lavoro da remoto

I team globali si connettono virtualmente per risolvere problemi complessi, il che crea maggiori opportunità per il lavoro da remoto. Ma in che modo questo cambiamento influenzerà i dipendenti?

lavoro da remoto

Nel corso della mia carriera ho sperimentato molti cambiamenti per quanto riguarda i luoghi di lavoro. All’inizio della mia carriera aspiravo ad avere un ufficio con una porta, una credenza e pareti di mogano con vista. Poi vennero i cubicoli, con pareti sempre più basse fino a quando queste divennero quasi inesistenti. Nel tempo lo spazio personale si è eroso introducendo hotel e spazi condivisi posizionati per favorire conversazioni e collaborazione.

Le strategie di localizzazione stanno spostando le posizioni rivolte a non clienti, come quelle tecnologiche, verso centri a basso costo. I team non si trovano più nella stessa struttura, campus, regione o persino Paese. I team globali si connettono virtualmente per risolvere problemi complessi, il che crea opportunità per i dipendenti di lavorare in remoto.

Equilibrio tra lavoro e vita privata

Il telelavoro è molto ricercato come un modo per raggiungere l’equilibrio tra vita privata e professionale. Il 95% dei knowledge worker (singoli collaboratori che lavorano al computer) preferirebbe lavorare da remoto, mentre il 74% sarebbe disposto a lasciare un lavoro per farlo.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication.     SCOPRI DI PIÙ >>

Per le donne lavorare in remoto le aiuta ad avanzare (il 57% è stato promosso rispetto al 35% che ha lavorato in ufficio). Interagire utilizzando la tecnologia (e-mail, documenti condivisi, teleconferenze e video) livella il campo di gioco e distrugge comportamenti tradizionali, inconsci e di genere come il mansplaining (in cui gli uomini adottano un modo condiscendente di spiegare i concetti alle donne), o quando gli uomini parlano delle donne durante le riunioni o si prendono i meriti per le loro idee.

La tecnologia crea collaboratori “senza volto” le cui idee si distinguono da sole. Fornisce tempo per elaborare soluzioni, che riducono il pensiero di gruppo e rallentano le conversazioni a risposta rapida. Uno studio ha dimostrato che l’84% delle donne era d’accordo sul fatto che erano più produttive utilizzando gli strumenti di posta elettronica e di collaborazione online perché potevano controllare la comunicazione avanti e indietro. Il 66% delle donne ha indicato inoltre che nelle comunicazioni online i colleghi erano più ricettivi, il loro lavoro è stato riconosciuto e si sono sentite ascoltate.

Donna al tavolo con pc che fa smart working

Quando i dipendenti lavorano in remoto, le regole di ingaggio cambiano

I dipendenti che lavorano da remoto hanno meno distrazioni e si sentono meno stressati rispetto ai colleghi in ufficio perché controllano quando e come lavorano. Le interruzioni da parte di persone che “passano di lì” vengono sostituite da un’e-mail o da un ping, che sono più facilmente gestibili. I lavoratori remoti devono produrre risultati, partecipare alle riunioni, pianificare incontri uno a uno con i loro manager e collaborare con i colleghi.

Ma lavorare da remoto non fa più deragliare una carriera. Nel 2019, i lavoratori remoti avevano il 40% in più di probabilità di essere promossi rispetto ai loro colleghi in ufficio, hanno ricevuto più aumenti e si sono sentiti apprezzati dalle loro aziende.

I manager sono stati scettici sul remoto, citando come motivi più comuni:

  • Distrazioni più frequenti (faccende domestiche, bambini)
  • Accesso immediato per parlare con un dipendente
  • È necessario consentire a tutti i dipendenti di lavorare in remoto
  • Mancanza di professionalità

Questi sono tutti miti, ovviamente. I lavoratori remoti sono più focalizzati e produttivi rispetto ai dipendenti che lavorano in ufficio. Possono essere contattati facilmente come i lavoratori sul posto e collaborare in modo efficace. I lavoratori remoti non possono falsare la produttività stando seduti in un cubicolo. Devono produrre risultati… e lo fanno.

Libertà, trasparenza, soluzioni

Il lavoro a distanza offre la libertà di non essere per forza in ufficio dalle 9 alle 5, offrendo la possibilità di creare un programma che integri intenzionalmente attività lavorative e non lavorative senza impegnarsi eccessivamente. Per le donne che potrebbero essere insicure nel mostrare la loro competenza e gestire la loro immagine, è meglio essere trasparenti, rivelando quando sarete disponibili piuttosto che tentare di destreggiarsi tra mille attività. All’inizio della mia carriera non ho seguito questo consiglio e partecipavo a una teleconferenza mentre aspettavo mio figlio. Non è andato bene e sono dovuta andare al pronto soccorso.

Cercate di comprendere il modo in cui preferite lavorare e modellate il vostro ambiente in base alle vostre esigenze. Nessuna soluzione è perfetta. Lavorare in remoto può portare all’isolamento sociale e farvi sentire molto soli. Ma la gestione attiva del tempo può aiutare:

  • Pianificate attività esterne per aumentare la vostra socializzazione e collaborate con il vostro team perché siate inclusi nelle conversazioni.
  • Allontanatevi dalla scrivania e fate un po’ di stretching. Il tempo prolungato davanti a un computer non è salutare.
  • Fate attenzione a non confondere i confini tra lavoro e vita domestica. Quando si lavora fuori da un ufficio a casa, è facile per il lavoro intromettersi nel tempo della famiglia o creare orari di lavoro più lunghi.
  • Stabilite i confini e gestite le vostre priorità. Quando la vita domestica e il lavoro si intrecciano, è importante imporre una separazione.

Attualmente il coronavirus sta costringendo le aziende ad abbracciare il lavoro da remoto. Può aiutare i manager a riconoscere i vantaggi per le loro organizzazioni, come la promozione della collaborazione e della comunicazione. Per lavorare in modo efficace, i dipendenti remoti devono gestire attivamente i programmi per mantenere una connessione con manager e colleghi e creare separazione tra casa e lavoro.