Con la partnership VMware-E2i il cloud si fa “green”

E2i Energie Speciali, leader nel settore eolico, ha scelto i data center di CloudItalia e le tecnologie di VMware per ottimizzare la produzione di energie rinnovabili

E2i VMware cloud
L’impianto eolico di E2i a San Giorgio La Molara, in provincia di Benevento

La trasformazione digitale permette di ottimizzare le risorse e aumentare l’efficienza dei sistemi produttivi in tutti i settori. Compreso quello delle energie rinnovabili: un esempio di successo è quello di E2i Energie Speciali, uno dei principali operatori del settore eolico italiano. La società è impegnata in un importante progetto di trasformazione digitale, che vede come partner tecnologici CloudItalia e VMware.

E2i Energie Speciali ha la missione di utilizzare efficacemente le risorse naturali per produrre energia verde e rispettare l’ambiente in cui opera, e nasce dalla collaborazione tra F2i Fondi italiani per le infrastrutture, Edison e EDF Renewables. Nell’ambito del percorso di trasformazione digitale l’azienda ha implementato una piattaforma di monitoraggio, analisi e controllo dei propri campi eolici e fotovoltaici con un sistema SCADA di secondo livello di ultima generazione. I sistemi sono ospitati nei data center di CloudItalia grazie a una soluzione cloud basata su tecnologia VMware per alti livelli di disponibilità, affidabilità e sicurezza.

Gli obiettivi erano ottimizzare la resa dei campi produttivi, effettuare un monitoraggio remoto degli impianti e semplificare lo scambio di informazioni, e sono stati raggiunti scegliendo una infrastruttura basata su tecnologie di virtualizzazione VMware. In questo modo E2i può disporre di elevate prestazioni e alta disponibilità, con la sicurezza che i sistemi sono ospitati in una struttura resiliente e protetta, dotata di servizi di backup integrato e potenzialmente di disaster recovery.

L’utilizzo della soluzione di virtualizzazione VMware ha consentito a E2i di contenere il numero di server necessari al funzionamento ottimale del sistema, riducendo così il numero di licenze software per le componenti di gestione sistemistica e per quelle applicative”, ha spiegato Alberto Musso, Chief Operating Officer di E2i. “Ciò ha permesso anche di ottimizzare i consumi energetici per via della concentrazione dei server in un datacenter dedicato, contribuendo a ridurre emissioni di CO2, elemento importante per E2i, che pone al centro della propria strategia per le energie rinnovabili anche un’attenta politica di sostenibilità e risparmio energetico”.

La virtualizzazione dei server attraverso una soluzione cloud ha inoltre consentito di realizzare livelli più elevati di efficienza operativa del data center dedicato agli impianti anche in termini di risparmio energetico, senza la realizzazione di un server locale con le diverse implicazioni logistiche di segregazione e climatizzazione.

Complessivamente, i risultati raggiunti sono campi eolici più monitorati e interconnessi, ottimizzazione della produzione di energie rinnovabili e riduzione delle emissioni di CO2.

Sara Brunelli
Attiva nel settore della comunicazione dal 2003, mi sono specializzata nell’editoria B2B, seguendo in particolare lo sviluppo di nuove tecnologie e della robotica.