CMDB: un data warehouse per il vostro ambiente IT

Parte cruciale del framework ITIL, un CMDB (Configuration Management Database) consente di gestire, controllare, configurare e identificare le risorse all'interno dell'organizzazione.

cmdb

Un database di gestione della configurazione (CMDB) è un repository di dati che memorizza le informazioni su tutte le risorse hardware e software nell’ambiente IT. Questo componente critico del framework ITIL consente una supervisione e una gestione efficienti delle risorse organizzative, note come elementi di configurazione (CI), e fornisce una visione più approfondita di come si relazionano tra loro all’interno dell’azienda.

Le risorse registrate in un CMDB includono prodotti, strutture, software, sistemi e persino le parti chiave di un processo. Come registro centralizzato di tutte le risorse aziendali, un CMDB può aiutare a prendere importanti decisioni aziendali e a eseguire processi ITSM più efficienti, fornendo un catalogo organizzato e aggiornato di configurazioni e relazioni di risorse. Un CMDB può aiutare le organizzazioni a identificare e risolvere i problemi, rispondere più rapidamente agli incidenti e migliorare la previsione del budget, il processo decisionale e l’implementazione dei componenti di rete.

CMDB e gestione delle risorse

Sebbene un CMDB combini aspetti della gestione delle risorse IT (ITAM) e della gestione della configurazione, il suo scopo e il suo utilizzo differiscono da quelli di un registro ITAM. Un datastore ITAM si concentra maggiormente sul ciclo di vita delle singole risorse e sui dati pertinenti (dove si trovano e chi possiede ciascuna risorsa). Un CMDB fa un passo avanti, concentrandosi maggiormente sulla gestione delle risorse e sul modo in cui interagiscono tra loro nell’infrastruttura IT.

ADV
Webinar IVA spese di viaggio

Resilienza del business: le priorità digitali delle medie imprese italiane nel 2021

Come si stanno muovendo i tuoi concorrenti per affrontare le sfide poste dai nuovi modelli organizzativi del lavoro? Questo white paper di IDC indica le priorità di spesa delle PMI su tre filoni: remote working, sicurezza e protezione dei dati. SCARICA IL WHITE PAPER >>

Ma i due sistemi possono essere integrati e un CMDB può aiutare con ITAM a ridurre i rischi e raccogliere più dati sulle risorse e sulla relativa gestione degli incidenti. Ad esempio, se c’è una risorsa in un registro ITAM che non è nel CMDB, questa può essere scoperta in una rapida scansione automatizzata, consentendo ai responsabili IT di determinare rapidamente se si tratta di una risorsa non autorizzata o qualcosa che manca dal CMDB.

Vantaggi e sfide del CMDB

Mantenendo un’organizzazione al passo con il suo ambiente IT, un CMDB può ridurre i tempi di inattività e i costi, migliorare l’analisi e aiutare a soddisfare gli standard di conformità normativa. Un CMDB può anche tenere traccia dei codici di servizio e della fatturazione per l’analisi finanziaria ed eseguire l’analisi della causa principale per risolvere i problemi di CI. Il mantenimento di un CMDB, tuttavia, non è privo di difficoltà. Ad esempio, può essere difficile mantenere un CMDB accurato e aggiornato e c’è sempre la possibilità che dati errati possano portare a decisioni sbagliate. Ci vogliono inoltre molto tempo e risorse del personale per raccogliere e mantenere i dati in un CMDB. Con così tante risorse da includere, un CMDB può anche diventare un peso da gestire.

CMDB per conformità e metriche

I CMDB possono essere utili anche per la business intelligence, la creazione di software e hardware, l’inventario, la gestione degli incidenti, l’analisi dell’impatto, l’analisi delle cause principali e la gestione delle modifiche. Il tipico CMDB prevede una dashboard in grado di fornire rapidamente approfondimenti su metriche e analisi della CI. Queste dashboard consentono alle aziende di tenere traccia delle prestazioni dei CI, soprattutto dopo che sono state apportate modifiche alla risorsa. Può anche dare un quadro migliore della quantità di denaro e risorse che vanno nella creazione e nel mantenimento di tutti i servizi nell’organizzazione.

Analisi dei dati in tempo reale

I CMDB sono anche utili per mantenere le misure di conformità per l’auditing, dal momento che registrano tutte le modifiche apportate a un CI nel tempo e qualsiasi problema. Le risorse possono essere in genere inserite manualmente, attraverso integrazioni digitali e strumenti automatizzati che scansionano gli indirizzi IP per raccogliere dati su software e hardware. Attraverso un CMDB, le organizzazioni possono anche gestire i controlli degli accessi, la mappatura dei servizi IT e la creazione di set di dati federati.

Configuration Item Types

Configuration Item Types (o CI type) è un termine ITIL che descrive tutti i dati degli elementi che un’azienda desidera archiviare all’interno del database. Al livello più elementare, tutti i CI type di rete, software, hardware e storage sono archiviati e tracciati in un CMDB; man mano che un’azienda cresce, può scegliere di aggiungere più CI type al CMDB. Questi possono includere persone, mercati, prodotti e partner e fornitori di terze parti. Più risorse vengono monitorate, più informazioni e informazioni dettagliate possono essere a disposizione delle organizzazioni per scopi di gestione della conoscenza.

I dati inclusi in un CMDB sono importanti e l’obiettivo è che siano i più precisi possibile. Per garantire la massima accuratezza, tutti i proprietari e le parti interessate per un CI dovrebbero essere coinvolti nella revisione dei dati per garantire che siano accurati e coerenti quando aggiunti al CMDB. Mantenere aggiornato il CMDB è difficile a causa dell’enorme numero di risorse che potrebbe monitorare; quando i CI vengono introdotti, aggiornati, riconfigurati, ritirati o uniti con altre risorse, tutti questi dati devono essere aggiornati e tracciati anche nel CMDB.

I CI type più comuni includono:

  • Hardware
  • Software
  • Applicazioni
  • Comunicazioni e reti
  • Dispositivi
  • Servizi
  • Posizione
  • Documentazione
  • Persone (incluso personale e appaltatori)

Le relazioni comuni delle risorse monitorate includono:

  • Incidenti
  • Problemi
  • Implementazioni
  • Cambiamenti
  • Aggiornamenti e upgrade
  • Configurazioni
  • Accesso al controllo dell’utente

Rappresentazioni schematiche del CMDB

Gli schemi di database sono rappresentazioni visive dei dati archiviati nel database dell’organizzazione. Esistono due schemi di database comuni per un CMDB: un modello dati relazionale e un modello dati semantico.

Il modello di dati relazionali si basa sulla logica dei predicati del primo ordine presentata in una sequenza ordinata che non può essere modificata mentre il programma è in esecuzione. In questo modello, i CI sono collegati da “chiavi” univoche che collegano le risorse e forniscono risposte specifiche alle domande degli utenti tramite procedure di recupero.

Il modello di dati semantici si basa maggiormente sul framework di descrizione delle risorse, ovvero un modello di metadati che utilizza un approccio soggetto-predicato-oggetto, spesso indicato come “triple”. Questo modello mappa la relazione tra diverse risorse attraverso l’uso di descrittori di relazione per offrire un contesto migliore nella relazione tra le risorse.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!