Chief Technology Officer: il dirigente che definisce la strategia tecnologica

Il Chief Technology Officer (CTO) è emerso sempre più come un attore chiave nella C-suite man mano che le trasformazioni digitali diventano priorità strategiche per molte organizzazioni.

Chief Technology Officer

Il Chief Technology Officer (CTO) è il dirigente senior che si concentra sui requisiti, le opportunità e le sfide tecnologiche all’interno di un’organizzazione. Il ruolo di CTO è emerso come un attore chiave nella C-suite aziendale, in particolare con la trasformazione digitale che è ormai diventata una priorità strategica così elevata per così tante organizzazioni.

Questi dirigenti, che in molti casi lavorano in collaborazione con i CIO, sono spesso in prima linea in prodotti e servizi tecnologici innovativi. E possono aiutare a guidare le loro organizzazioni verso una maggiore efficienza e prestazioni migliori adottando questi strumenti. In quanto tali, i CTO sono tra i ruoli più ricercati dalle organizzazioni avviate su un percorso di trasformazione digitale, anche se può essere difficile trovare la persona giusta che possieda tutte le giuste competenze.

“Quando assumete un CTO, state cercando un tecnologo, un architetto tecnologico, un innovatore e qualcuno che possa migliorare i prodotti dell’azienda per i clienti mentre collabora con il CIO”, afferma Ash Athawale, amministratore delegato senior per la pratica di ricerca esecutiva del gruppo Robert Half.

Ruolo del CTO e responsabilità chiave

ADV
Webinar Finanziamenti a fondo perduto PNRR NextGen EU

L’IT as-a-service e le opportunità dei finanziamenti PNRR e NexGen EU

Come il modello IT as-a-Service e i finanziamenti NextGen EU e PNRR possono essere gli strumenti giusti per erogare i servizi digitali richiesti dal business e dal mercato.      ISCRIVITI ORA >>

In qualità di dirigente senior concentrato sui requisiti tecnici e sulle sfide di un’organizzazione, il ruolo del CTO può essere simile a quello del CIO. Ma mentre il CIO ha il compito di supervisionare il reparto IT, il personale e l’infrastruttura per supportare le operazioni quotidiane e lavorare con i leader aziendali per allineare l’IT con gli obiettivi di business, il CTO è responsabile della strategia tecnologica complessiva.

Alcuni CTO sono anche responsabili della gestione delle iniziative di ricerca e sviluppo e della supervisione della proprietà intellettuale presso le loro organizzazioni. “Il ruolo del CTO continua a evolversi”, afferma Craig Stephenson, amministratore delegato della North America Technology Officers Practice presso la società di consulenza organizzativa Korn Ferry.

“Anni fa, il CTO era il più delle volte a capo della funzione infrastruttura. Questo può essere vero ancora oggi, ma il titolo di CTO può anche significare un ruolo altamente strategico che spesso incorpora ingegneria, tecnologia e sviluppo del prodotto. Il titolo del CTO è più difficile da definire oggi che mai”.

Descrizione del lavoro di CTO

I CTO controllano l’efficacia delle risorse tecnologiche all’interno di un’organizzazione, compreso tutto, dai sistemi telefonici alle piattaforme software aziendali. “I loro compiti includono la comunicazione con altri dirigenti, l’esecuzione di ricerche su nuove tecnologie che potrebbero migliorare la loro attività e il monitoraggio dell’uso e dell’implementazione di tecnologie nuove ed esistenti tra i dipartimenti”, secondo la piattaforma di assunzione online Indeed.

Poiché il ruolo è dinamico e le responsabilità possono variare a seconda del tipo e delle dimensioni dell’organizzazione, del settore e di altri fattori, non esiste una giornata tipo per un CTO. Indeed elenca una serie di compiti che un CTO potrebbe svolgere. Questi includono:

  • Presentazione di rapporti sullo stato tecnologico, sugli obiettivi o sui progressi dell’azienda
  • Creazione e implementazione di strategie tecnologiche
  • Allineare le risorse tecnologiche dell’azienda con i suoi obiettivi a breve e lungo termine
  • Far parte del comitato esecutivo per allineare gli obiettivi tecnologici ad altri obiettivi dipartimentali e organizzativi
  • Identificare quali tecnologie possono essere utilizzate per migliorare i prodotti e i servizi dell’azienda
  • Creazione e supervisione di indicatori chiave di prestazione di alto livello
  • Aiutare con il reclutamento, l’onboarding e la formazione di professionisti della tecnologia e gestire un budget.

“È difficile essere precisi in merito alla descrizione del lavoro sulla base delle numerose definizioni del titolo di chief technology officer”, afferma Stephenson. “Tuttavia, se il CTO sta supervisionando l’infrastruttura, l’esecutivo sta probabilmente supervisionando un portafoglio equilibrato di obiettivi strategici e tattici”.

Questi potrebbero includere la modernizzazione dell’infrastruttura, la resilienza, i servizi cloud, ampie interazioni con i team di sicurezza e la continua collaborazione con i team di ingegneria/software incentrati sulla qualità e sulla gestione delle versioni, afferma Stephenson. Ciò significa che i CTO probabilmente trascorrono molto tempo lavorando in collaborazione con altri.

Smart Manufacturing Smart Factory Industria 4.0 FasThink

CTO contro CIO

Le responsabilità e le funzioni quotidiane del CTO e del CIO potrebbero sovrapporsi a seconda dell’organizzazione, di come è strutturata, del suo modello di business e di altri fattori. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, è il CTO che ha il compito di rimanere al passo con le tecnologie emergenti che potrebbero essere di valore per l’organizzazione.

Il CTO crea anche politiche e procedure che sfruttano la tecnologia per migliorare prodotti e servizi forniti a clienti esterni. Quando un’organizzazione ha sia un CIO che un CTO, il CTO di solito ha più know-how e competenze tecniche, secondo il Bureau of Labor Statistics (BLS) degli Stati Uniti. Il CTO riporta in genere direttamente al CIO ed è responsabile della progettazione e della raccomandazione delle soluzioni tecnologiche appropriate per supportare le politiche e le direttive del CIO. I CTO lavorano anche con vari dipartimenti per implementare i piani tecnologici dell’organizzazione. Quando un’azienda non ha un CIO, il CTO determina la strategia tecnologica complessiva e la presenta ai massimi dirigenti.

Competenze del CTO

In qualità di membro della C-suite, il CTO deve possedere capacità di leadership naturali, inclusa la capacità di delegare compiti e ispirare il personale nel proprio lavoro. “Mentre le aziende spingono per guidare efficacemente la trasformazione tecnologica, crediamo che ci sia una spinta molto forte per trovare leader tecnologici che portino esperienza e capacità dalla leadership pratica e dalla gestione di tali attività”, afferma Stephenson.

Il ruolo di CTO richiede naturalmente una forte conoscenza di varie tecnologie e “un vero acume tecnologico, in particolare nelle aree dell’architettura, del software e della strategia tecnologica per affrontare le sfide della tecnologia legacy”, afferma Stephenson.

Sapere come funziona la tecnologia è fondamentale, ma è anche importante essere in grado di spiegare il valore aziendale di una particolare tecnologia ai colleghi di livello dirigenziale che potrebbero non essere tecnicamente esperti. È anche fondamentale essere in grado di vedere come la tecnologia si adatta agli obiettivi aziendali strategici.

“La visione tecnologica unita al pensiero strategico oltre la tecnologia è importante”, afferma Ozgur Aksakai, presidente del Global CTO Forum, un’organizzazione globale indipendente per i professionisti della tecnologia.

“Ci sono molte tendenze tecnologiche che non sono all’altezza delle loro promesse”, afferma Aksakai. “Investire in scelte strategiche sbagliate può addirittura uccidere un’azienda. Un CTO non dovrebbe essere accecato dalla superiorità ingegneristica, ma vedere come tale ingegneria si adatterà agli obiettivi dell’azienda e al mercato”.

I CTO devono anche avere una serie di competenze trasversali, tra cui un forte senso di comunicazione e collaborazione. Questi dirigenti lavorano con molte persone in varie funzioni e la capacità di collaborare bene è essenziale.

Hanno anche bisogno della capacità di comprendere ciò che gli altri all’interno dell’organizzazione stanno cercando di realizzare e le sfide che devono affrontare, e di istruirli su come raggiungere gli obiettivi e affrontare gli ostacoli. “Il CTO dovrebbe convincere le diverse parti interessate a impegnarsi e investire in incognite”, afferma Aksakai. “Ciò richiede una forte convinzione ed empatia”. Altre competenze trasversali che i CTO dovrebbero avere includono una buona risoluzione dei problemi, gestione del tempo, multi-tasking e pensiero creativo.

Background e requisiti del CTO

Secondo Indeed, i CTO necessitano almeno di una laurea in informatica, sistemi informativi o in un campo correlato. In alcuni casi, una laurea in economia aziendale o gestione è preziosa. Molti CTO hanno almeno un master e alcuni hanno persino dottorati di ricerca in settori IT o amministrazione aziendale.

La maggior parte dei CTO segue una formazione durante la propria carriera nei dipartimenti IT e potrebbe anche ottenere certificazioni in sviluppo, programmazione, amministrazione di database o altri campi correlati.

“I CTO in genere richiedono almeno 10 anni di esperienza nell’IT e nella gestione”, afferma Indeed. “Di solito iniziano con ruoli di livello base nel supporto tecnico, nello sviluppo e nella programmazione, nell’amministrazione di database e reti o nell’ingegneria. Dopo diversi anni, di solito entrano in un ruolo dirigenziale o di leadership, dove acquisiscono le necessarie capacità di leadership”.

Poiché i CTO devono possedere la conoscenza di ogni ruolo del dipartimento, l’esperienza in diverse posizioni tecnologiche è preziosa. Un CTO senza un background ingegneristico è piuttosto raro, afferma Aksakai. “Un CTO dovrebbe comprendere la tecnologia e, se possibile, uno spettro molto ampio della tecnologia.”

Le organizzazioni che cercano di assumere un CTO dovrebbero cercare qualcuno che sia ambizioso e audace, “qualcuno che possa scuotere lo status quo, rimanere resiliente e trasformare la tecnologia in qualcosa di utile per l’organizzazione”, afferma Aksakai. Questi tratti possono essere dimostrati da precedenti scelte di carriera e risultati.

Struttura dei rapporti

A seconda della struttura organizzativa, i CTO possono riferire a vari altri dirigenti di livello C. Questi includono il CIO, il CEO, il COO o il CFO. “Se quello del CTO è il massimo ruolo di leadership tecnologica all’interno di un’organizzazione, riteniamo che l’approccio strategico sia quello di garantire che questo ruolo riporti direttamente all’amministratore delegato”, afferma Stephenson. “Ciò trasmette un messaggio molto importante al mercato, alla funzione tecnologica e alla potenziale comunità di candidati per attirare i talenti migliori e più brillanti in un’organizzazione”.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!